Sport

Il Circolo Nautico Rapallo da quest’anno propone la Scuola Vela d’Altura

Il Circolo Nautico Rapallo da quest'anno propone la Scuola Vela d'Altura

Grandi novità quest’anno al Circolo Nautico Rapallo che propone in esclusiva l’attività di Scuola Vela d’Altura per chi vuol imparare a Navigare in sicurezza: a seguire i corsi proposti:

CORSO BASE: Il corso base è adatto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi, per la prima volta, al mondo della vela. Programma: 2 weekend dalle 10 alle 17. Partecipanti: min 4 max 6 (età min 12) Dove: Circolo Nautico Rapallo 

CORSO INTERMEDIO: Il corso intermedio è corso di perfezionamento adatto a tutti coloro che vogliono imparare a navigare in autonomia. Programma: 2 weekend dalle 10 alle 17 Partecipanti: min 4 max 6 (età min 12) Dove: Circolo Nautico Rapallo.

CORSO ORMEGGIO: Il corso ormeggi è adatto a tutti coloro che vogliono imparare ed acquisire più sicurezza negli ancoraggi ed in manovre in porto. Programma: 1 giorno dalle 10 alle 17. Partecipanti: min 3 max 5 (età min 12). Dove: Circolo Nautico Rapallo.

CORSO NAVIGAZIONE AVANZATO: Il corso navigazione avanzato prevede una navigazione d’altura in alto mare, adatto a tutti coloro con una buona cultura marinaresca. Programma: 4 giorni, 1 weekend lungo. Partecipanti: min 2 max 4 (età min 18). Dove: Navigazione tra Liguria, Toscana, Corsica e Costa Azzurra.

Il Circolo Nautico Rapallo, storia del club ligure

La diffusione della cultura velica è stato lo scopo principale del Circolo sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1951 da parte del Conte Carlo Ponzani insieme ad un gruppo di amici appassionati di barche e di mare. Le finalità del sodalizio si indirizzarono, allora, soprattutto alla diffusione di attività connesse alla vela ed alla motonautica.

Le limitatezze del porticciolo Langano dell’epoca non consentivano che un numero limitato di ormeggi al gavitello per le imbarcazioni di una parte dei Soci. Il Consiglio Direttivo del Circolo Nautico Rapallo attraverso i suoi diversi presidenti ( Ponzani, Pauly, Arrigoni, Gioacchini ) esercitò sempre una costruttiva azione di stimolazione a livello locale e nazionale per ampliare le capacità ricettive a mare.

Essenziale e fondamentale fu l’iniziativa del presidente Nino Arrigoni per la realizzazione dell’attuale Porto Carlo Riva. Oltre ad attività ricreative e sociali il Circolo stimolò corsi di scuola di vela per allievi e sponsorizzò regate per diverse classi di imbarcazioni, ospitando e favorendo le visite, le frequentazioni e gli interscambi con associazioni nautiche nazionali.
 
 
Famosa negli anni “60 fu la Regata della Classe Snipe valida per l’assegnazione del Trofeo ” Coppa d’oro Scognamiglio ” cui parteciparono per molti anni i migliori equipaggi della Classe. Negli anni “70 la costruzione del Porto Carlo Riva di Rapallo rallentò molto l’attività del Circolo. Nel 1976 la risistemazione del Porto Langano consentì l’espansione del numero degli ormeggi in concessione attraverso la messa in opera di un pontile galleggiante e la ripresa dell’attività sportiva.
 
Attività che ebbe notevole sviluppo nel settore giovanile con le Classi Laser, Dinghy 12p., 470, 420, Europa. Sotto la presidenza dell’Ing. Gianluigi Brancaccio, il Circolo Nautico Rapallo, insignito dal C.O.N.I. della “Stella di Bronzo al Merito Sportivo”, si è dotato di una sede più idonea nell’ambito del porticciolo di Rapallo. Attualmente il Circolo conta circa 250 Soci, una serie di importanti strutture e dispone del personale tecnico qualificato in grado di gestire ogni iniziativa sportiva.

Leggi anche

Campionato autunnale vela d’altura, domenica a Catania la seconda prova

Redazione

American Magic unisce le forze con Stars+Stripes per la prossima Coppa America

Redazione Sport

Timoni&Tamponi, la Roma per 2 parte (in sicurezza) il 10 aprile

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.