Località di mare

Paestum, Vittorio Sgarbi e il suo G7 del pensiero con Castellitto, Scamarcio, Odifreddi e altri

Secondo appuntamento, questa volta nell’area archeologica di Paestum, per il Festival dell’Esserela manifestazione diretta da Vittorio Sgarbi e progettata da Sabrina Colle, che riunisce personalità provenienti da vari mondi e discipline, chiamati nei luoghi della Magna Grecia per confrontarsi e “elaborare pensieri”. Per questo evento definito “il G7 del pensiero” Vittorio Sgarbi ha, infatti, chiamato domenica 6 ottobre alle 16 a confrontarsi sul tema “INTEGRATI O DISINTEGRATI” gli attori e registi Sergio Castellitto e Riccardo Scamarcio, il matematico divulgatore Piergiorgio Odifreddi, la pornostar Malena, il filosofo Nuccio Ordine, la giornalista Fiamma Nirenstein.

Sul palco Greta Mauro che con Vittorio Sgarbi e Sabrina Colle condurrà gli ospiti  in questo viaggio nel pensiero e nella parola, con le musiche dell’Orchestra di piazza Vittorio. Un Festival alla sua prima edizione, che vede la sua realizzazione proprio nei luoghi dove nasce la filosofia, prodotto da Angelo Tumminelli, finanziato dalla Regione Campania e realizzato in collaborazione con la SCABEC.

Il primo appuntamento – a cui hanno partecipato Gerard Depardieu, Ornella Muti, Marcello Veneziani, Gianfranco Vissani – è stato infatti realizzato a Elea oggi Velia. È qui che Parmenide definì la natura dell’uomo, il suo essere: “l’essere è, il non essere non è”.

Da questo luogo della Magna Grecia inizia il pensiero occidentale, e da Elea/Velia Vittorio Sgarbi ha voluto partire per meditare sull’essere, sulla identità, su chi è e chi non è, in ogni campo e in ogni luogo. Pochi sono, molti non sono. Il silenzio cresce quando finisce il rumore.

Dopo Velia, la prossima domenica ci sarà Paestum e dopo – il 20 ottobre – la Certosa di Padula e la chiusura a Salerno il 29: tre centri del mondo come un centro perenne della mente e la conclusione dove si formò la scuola medica Salernitana.

In questi quattro punti dove il pensiero è nato arriveranno persone che esistono perché pensano, da Parmenide a Cartesio e oggi uomini di ogni disciplina, nell’arte, nella letteratura, nel teatro, nel cinema, nelle scienze e in ogni campo dove una idea o un modo di essere si siano affermati.

Essere cristiani, essere mussulmani, essere atei, essere poeti, essere attori, essere politici, essere precari, essere cantanti, attori, cuochi, architetti, sportivi, viaggiatori, esploratori, antropologi. Chi è e chi non è.

Leggi anche

Palermo, Natale a Mondello con un tuffo nel mare

Fabio Iacolare

La spiaggia di Jesolo a portata di smartphone con l’app J.beach

Fabio Iacolare

Datteri di mare, pescatore denunciato a Barletta dalla Guardia Costiera

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.