Diporto

Una Card per ormeggiare nei porti di Rodi Garganico e Vieste

Una Card per ormeggiare nei porti di Rodi Garganico e Vieste

Una Card per ormeggiare nei porti di Rodi Garganico e Vieste, funzionerà come uno ski pass: la card da acquistare permetterà di ormeggiare nei porti turistici pugliesi.

Il progetto Porti di Puglia, ideato da Assonautica Italiana e nato da un incontro con l’assessorato al Demanio e patrimonio della Regione Puglia, parte in fase sperimentale dai porti di Vieste e Rodi Garganico ma con l’obiettivo di estendersi anche alle altre marine pugliesi e allargarsi successivamente anche al di fuori dei confini regionali.

“Comprata la card per ormeggiare che si chiama Med Pass Port – spiega una nota – il diportista va dove vuole e si ferma il tempo che gli piace”.

La Puglia punta così anche a conquistare chi finora ha scelto la Croazia, tanto che per chi ha passato l’estate 2019 in Croazia è previsto il 20% di sconto sul listino transiti.

“Si tratta di un’occasione unica per il diportista – spiega il presidente di Assonautica Italiana Alfredo Malcarne – che non troverà solo una rete di porti coordinati che promuove la nautica ed il territorio, bensì un network dove si entra con un unico contratto annuale o settimanale che offre una serie di servizi scontati su più marine”.

Il porto rifugio di S. Eufemia

Il porticciolo di Vieste è formato dal porto peschereccio e dal porto rifugio di S. Eufemia.

Il porto peschereccio è costituito da un molo di circa 750 m e dal porto rifugio che si trova tra il molo S. Lorenzo e l’Isola di S. Eufemia dove è presente un molo lungo circa 300 m.

Tra i servizi troviamo 2 scali di alaggio, 5 pontili, 2 officine meccaniche, un magazzino per forniture ai motopescherecci, 2 impianti per la produzione di ghiaccio, 3 frigoriferi e 3 ghiacciaie per la conservazione del pescato, distributori di benzina e di gasolio, approvvigionamento idrico mediante fontane pubbliche.

Raggiungere Lagosta e Curzola

La Marina di Rodi Garganico è un porto turistico situato a Rodi Garganico, nel litorale settentrionale del Promontorio del Gargano, all’interno del territorio dell’omonimo parco nazionale.

Il Porto dista 30 miglia dalle isole di Lagosta e 62 miglia da Curzola, costituendo il porto italiano più vicino alle coste croate con cui è collegato con un traghetto.

LEGGI ANCHE: Vieste e Pizzomunno tra storia e leggenda

Il marina di Rodi Garganico è costituito da un braccio sottoflutto a est ed uno sopraflutto a ovest.

Il braccio sopraflutto costituisce la diga frangiflutto. Si estende, con un andamento curvilineo, per 700 metri, fino a raggiungere una distanza di 300 metri dalla costa.

Il bacino interno, di circa 60.000 m², è quindi protetto dai venti Nord-Occidentali, prevalenti nella zona, permettendo un comodo ormeggio anche in condizioni climatiche avverse.

Leggi anche

Conclusa la XXI edizione della Prosecco’s Cup del Circolo Nautico Santa Margherita

Fabio Iacolare

Schenker Watermakers: al lavoro per la sicurezza e per la futura ripartenza

Fabio Iacolare

De Castelli, premiata con prestigiosi riconoscimenti internazionali

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.