Località di mare

Fase 2, Catania riparte dalla pulizia del litorale La Plaia

la plaia catania

Fase 2 all’insegna della pulizia delle spiagge, nella città di Catania, per permettere ai cittadini di tornare subito al mare. Il primo arenile ad essere interessato dagli interventi del Comune è quello del litorale La Plaia. Ad annunciarlo, attraverso una nota, è il sindaco di Catania Salvo Pogliese, a seguito della relazione inviatagli dall’assessorato comunale all’ambiente e dal Capo di Gabinetto dell’amministrazione comunale.

“La riapertura delle attività, per Catania, significa anche riprendere il contatto con il mare, una risorsa per troppo tempo trascurata e che dobbiamo invece esaltare come valore aggiunto della nostra offerta cittadina”, spiega il sindaco Salvo Pogliese.

Nella prima relazione dei lavori di sistemazione degli accessi liberi al litorale sabbioso, firmata dall’assessore comunale all’ambiente Fabio Cantarella e dal capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, la gestione è stata suddivisa per competenze tra Comune e Città metropolitana.

Litorale La Plaia Catania, ecco come saranno suddivisi i lavori

I lavori di ripulitura e potatura del verde del litorale La Plaia e degli arenili dureranno ancora qualche giorno e sono curati sia dalla direzione comunale Ecologia e sia dalla partecipata Pubbliservizi della Citta’ Metropolitana

“Alla Plaia, in anticipo rispetto al passato – ha affermato il sindaco di Catania – ho disposto interventi di pulizia e riqualificazione sia del viale Kennedy con la cura degli spazi attigui alla pista ciclabile e degli arenili delle tre grandi spiagge libere comunali, che possono essere fruite dai cittadini per passeggiare in riva al mare, sempre nel rispetto rigoroso rispetto dei distanziamenti”.

LEGGI ANCHE: Sicilia, 41 siciliani su 100 amano le vacanze sull’Isola

“Dobbiamo imparare a rispettare anche il verde della zona Plaia che è bellissima sotto l’aspetto naturalistico – ha concluso il sindaco – per rivalutarla e sostenere un rilancio, ancor più ora che subiamo una grave emergenza come il coronavirus, che ha stravolto l’economia turistica e messo in gravi crisi i gestori degli stabilimenti balneari. Riaprire Catania, inoltre, significa prendersi cura degli spazi trascurati come il Boschetto della Plaia, per cui ci sara’ un’incisiva opera di scerbamento e riqualificazione del verde per poterlo riaprire in sicurezza alle famiglie come abbiamo fatto con il giardino Bellini e il parco Gioeni“.

Leggi anche

Grande successo per la 13ª edizione de La Rotta del Vino e dell’Olio al Cala de’ Medici

Fabio Iacolare

Isola d’Elba: viaggio nel mondo animale

Fabio Iacolare

Viareggio, Carnevale 2020: un Paese delle Meraviglie 2.0 fatto di like e stories

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.