Nautica

Fincantieri riapre con i progetti di dottorato di ricerca in ambito navale

Fincantieri, riapre con i progetti di dottorato di ricerca in ambito navale

Fincantieri riapre con quattro progetti di dottorato di ricerca in ambito navale di durata triennale, avviati grazie alla collaborazione tra l’Università di Genova e Fincantieri, che li finanzierà con un investimento di oltre 250 mila euro.

L’iniziativa è il frutto di una convenzione per la promozione di attività didattico-sperimentali in ambito navale firmata lo scorso novembre dal rettore Paolo Comanducci e dall’amministratore delegato dell’azienda Giuseppe Bono.

I temi dei progetti saranno lo studio dei rischi e delle tecniche di cybersecurity a bordo nave e nei siti produttivi, le strategie e metodi per la riduzione del peso scafo in coerenza con i più recenti sviluppi delle normative per la costruzione delle navi e lo studio di strumenti e metodi di progettazione dei sistemi elettrici a bordo nave.

“Gli argomenti di ricerca identificati in accordo con Fincantieri sono, come sempre più spesso accade, un insieme delle attività di ricerca tradizionali nell’ingegneria navale e di attività che provengono da altri ambiti”, commenta Comanducci.

“Temi quali la riduzione del peso delle strutture dello scafo hanno impatti significativi sul miglioramento delle performance e sull’efficienza delle navi, – evidenzia Bono – per non parlare dell’imperativo rappresentato oggi dalla necessità di avere una chiara soluzione di cybersecurity”.

Fincantieri si è aggiudicata la gara del programma FFG(X) per nuove fregate negli USA

Fincantieri si è aggiudicata la gara del programma FFG(X) per nuove fregate lanciamissili da sola vincendo contro altri cantieri navali statunitensi.

Il contratto prevede la consegna della “capoclasse”, cui dovrebbero seguire di volta in volta nei prossimi anni le altre nove navi opzionate. Il valore di 5,5 miliardi di dollari si riferisce alla sola quota Fincantieri, successivamente verranno bandite nuove gare per le forniture di armamento e equipaggiamento facendo salire l’ammontare complessivo del contratto a 19 miliardi di dollari.

LEGGI ANCHE: Fincantieri, stop di 14 giorni alla produzione in Italia

Il risultato corona il lavoro avviato anni fa da Fincantieri con la US Navy, per la quale il gruppo italiano ha già vinto la gara per 16 unità di LCS (Littoral Combat Ship) (delle quali 10 già consegnate e sei in lavorazione).

Un progetto di successo: altre 4 unità saranno infatti consegnate all’Arabia Saudita. “Un grande successo per il Gruppo Fincantieri.

Il comparto della Difesa racchiude molte delle eccellenze italiane e in questo momento in cui è importante la ripresa delle attività produttive colpite dalla crisi Covid-19, si tratta di una importante iniezione di fiducia”, commenta il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini.

Leggi anche

Jesolo, sabato con un brindisi parte ufficialmente la stagione estiva 2020

Fabio Iacolare

Gilberto Gagliardi Bonasegale nuovo direttore del Porto Antico di Genova

Redazione

Porti della Sardegna, nel 2018 gestite 47,7 mln tonnellate merci

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.