Diporto Nautica

Salone di Venezia, successo per la terza edizione: sono 30 mila i visitatori

salone di venezia

Dopo nove giornate, si chiude la terza edizione del Salone Nautico di Venezia. Una manifestazione sempre più consolidata, con i suoi 30 mila visitatori, 300 barche di cui 240 in acqua, una lunghezza totale di 2,7 km, 200 espositori e oltre 2.000 operatori, cui si aggiungono più di 50 eventi culturali e di approfondimento, tra convegni e talk show, principalmente incentrati sulle tematiche ambientali, sulla salute dei mari e sul futuro elettrico e ibrido.





Si pensa già alla prossima edizione del Salone di Venezia

Sono solo alcuni dei dati che testimoniano l’importanza di questo evento, organizzato anche quest’anno secondo un sistema di gestione sostenibile, per cui ha ricevuto la certificazione ISO. “É stata un’edizione importante”, ha dichiarato Luigi Brugnaro, Sindaco di Venezia e ideatore dell’evento, che consolida l’evento nel calendario fieristico della nautica e che ci spinge a fare ancora meglio per il prossimo anno. E’ stato un salone molto partecipato e ricco di innovazioni tecnologiche in chiave green. La nautica e’ uno dei settori che sta performando meglio nel nostro paese e di cui l’Italia vanta un primato mondiale. Il prossimo anno torneremo dal 31 maggio al 4 giugno, negli spazi dell’Arsenale, sempre con la fondamentale collaborazione della Marina Militare, con tante novità”.

Per Fabrizio D’Oria, direttore sportivo di Vela Spa, che si è occupata delle preparazione del Salone, “l’organizzazione ha funzionato bene in tutti i suoi settori e per questo ringrazio tutti i miei collaboratori. Abbiamo tante idee per la prossima edizione, progetti che arricchiranno ancora di più di contenuti e opportunità per gli espositori e i visitatori”.

LEGGI ANCHE: Trofeo del Dinghy 12′ Classico, conclusa la terza tappa di San Benedetto

Alla terza edizione del Salone Nautico di Venezia hanno preso parte i tre colossi italiani di Ferretti Group, Azimut Benetti, Sanlorenzo oltre a Sunseeker e Benetau. Presentato, inoltre, in anteprima mondiale il nuovo Wallytender58 del marchio Willy. Anche Absolute ha investito molto nel Salone, portando gran parte della sua produzione, così come Sessa e Frauscher con la sua produzione ibrida e tanti altri. “I segnali dei nostri espositori sono di soddisfazione e anche di sorpresa per la quantità di clienti e di contratti chiusi”, ha concluso Alberto Bozzo, direttore marketing del Salone. “Questo ci rende felici perché gli espositori devono vincere ed essere soddisfatti del Salone. Molti cantieri ci hanno confermato la partecipazione anche al prossimo anno, chiedendo lo stesso posizionamento e più posti barca”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Cultura: prosegue il viaggio “alla scoperta della Rus’ di Kiev”

Fabio Iacolare

X99 Fast è il 30 metri di Extra Yachts per immergersi nella natura

Claudio Soffici

Trieste rivendica la sua autonomia per diventare la porta sud d’Europa

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.