Nautica Sport

Regata storica delle Repubbliche Marinare, vince il padrone di casa Amalfi

regata storica delle repubbliche marinare

Va ad Amalfi la 66esima regata storica delle Repubbliche Marinare, aggiudicandosi il trofeo in oro e argento, prodotto dalla scuola orafa di Firenze e che sarà rimesso in gioco il prossimo anno. Invano i tentativi di Genova, vincitrice della scorsa edizione che, con un terzo posto, si è dovuta arrendere ai padroni di casa dopo una battaglia combattuta fino all’ultima vogata.




Finale al cardiopalma per la regata storica delle Repubbliche Marinare

I genovesi, a bordo del galeone bianco, hanno tentato in tutti i modi di bissare il successo dell’anno scorso: dopo una partenza brillante, infatti, si sono da subito messi all’inseguimento di Venezia, cedendo il passo solo alla fine della gara, che ha visto il sorpasso di Amalfi al fotofinish. Al quarto posto, invece, Pisa.

La regata storica delle Repubbliche Marinare è una manifestazione di rievocazione storica, nata sotto il patronato del Presidente della Repubblica, che vede sfidarsi le quattro regine dei mari e che raccoglie il meglio della tradizione canottistica italiana. Sono, infatti, undici gli atleti della Nazionale Italiana Canottaggio che si sono trovati faccia a faccia, l’uno contro l’altro, in quel di Amalfi: Giovanni Abagnale, medaglia di bronzo in occasione delle Olimpiadi a Rio 2016, Vincenzo Abbagnale, campione del mondo e figlio di Giuseppe Abbagnale, Salvatore Monfrecola, campione del mondo under 23 per Amalfi, Alessandro Bonamoneta, Cesare Gabbia, Lorenzo Gaione, Davide Mumolo per Genova, Pietro Cangialosi, Sebastiano Carrettin, Luca Chiumento per Venezia e Niels Torre per Pisa.

LEGGI ANCHE: Salone di Venezia, successo per la terza edizione: sono 30 mila i visitatori

Grande soddisfazione anche per la prima edizione della simbolica gara mista. Il Comitato Generale delle Antiche Repubbliche Marinare ha infatti approvato all’unanimità la creazione di una nuova gara, sempre a bordo dei galeoni, con equipaggio misto composto da donne e massimo quattro uomini, su una distanza di mille metri.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

Leggi anche

EXTRA 86 yacht, forte personalità e design contemporaneo

Redazione

Al via il Campionato del Mondo J/70 allo Yacht Club de Monaco

Claudio Soffici

Al Waab II 24 metri, lavori andati avanti nonostante il Covid-19

Davide Gambardella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.