Diporto

Ancona, incendio di vaste proporzioni nel porto: distrutta l’area ex Tubimar

Ancona, incendio di vaste proporzioni nel porto: distrutta l'area ex Tubimar

Nel porto di Ancona è divampato nella notte un incendio di vaste proporzioni: le fiamme sono partite intorno alle 00:35 all’interno dell’area ex Tubimar.

Il rogo è stato circoscritto dai vigili del fuoco ma ci sono ancora focolai all’interno dell’area dell’ex Tubimar: i magistrati ci vogliono vedere chiaro, e la situazione è finita sul tavolo della Procura, subito informata la scorsa notte delle fiamme che ne hanno distrutto il capannone.

Il pm Irene Bilotta aprirà un fascicolo per incendio. Al momento non è esclusa nessuna ipotesi, nemmeno quella accidentale.

A fuoco l’area ex Tubimar: la procura pronta ad aprire un fascicolo

Per capire le cause del rogo si attende che le fiamme siano totalmente spente anche nella parte interna della struttura, dove sono rimasti gli ultimi focolai. Solo dopo i vigili del fuoco potranno fare una prima valutazione e capire da dove abbia avuto origine l’incendio e perché. Indaga la Squadra Mobile. Sul posto la scorsa notte anche Volanti, i carabinieri e la Guardia di finanza, oltre alla polizia locale.

Le fiamme, che a quanto pare non hanno causato feriti, hanno anche provocato esplosioni nel capannone, avvertite distintamente anche da molto lontano, oltre a una colonna di fumo alta e densa che ora si sta abbassando e si spostando verso sud.

Sono andati distrutti alcuni camion e le strutture dei capannoni interessati, dove potrebbero trovarsi solventi, vernici e altri materiali potenzialmente tossici. Nella zona ci sono una ditta che produce azoto liquido, una centrale elettrica, un impianto di metano.

Il Comune di Ancona invita a tenere le finestre chiuse in via precauzionale, in attesa dei risultato delle analisi dell’Arpam e dell’Asur. Il centro città è ancora invaso dal fumo.

LEGGI ANCHE: Ancona, varato Haze EXTRA 86: materializzare la visione di un armatore

A causa del vasto incendio all’ex Tubimar al porto, il Comune di Ancona ha “chiuso in via precauzionale tutte le scuole di ogni ordine e grado, le università i parchi e gli impianti sportivi all’aperto, in attesa delle analisi e delle indicazioni delle autorità sanitarie, dell’Arpam e dei Vigili del fuoco” sia oggi che per tutta la giornata di domani.

Leggi anche

Navi più green e autonome, l’innovazione si gioca sul mare

Fabio Iacolare

Temporali in arrivo sul Centro sud Italia, allerta gialla in Campania

Redazione

Giornata della Marina 2020, ecco la manifestazione a Palazzo Marina

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.