Località di mare

Marina di Pietrasanta, divieto di balneazione nella foce nord del Fiumetto

Marina di Pietrasanta, divieto di balneazione nella foce nord del Fiumetto

Le analisi eseguite dall’Arpat il 15 giugno scorso nelle acque antistanti costa a nord della foce del Fiumetto a Marina di Pietrasanta in provincia di Lucca hanno dato esito sfavorevole, e quindi il sindaco ha dovuto emanare un divieto di balneazione per un breve tratto di costa.

In particolare, sono risultati più del dovuto i parametri relativi agli enterococchi intestinali: 243 Mpn/100ml a fronte di un limite massimo fissato a 200 unità .

Foce nord del Fiumetto inquinato, ecco cosa è successo

Sotto la soglia invece tutti gli altri valori di analisi, pertanto l’Arpat ha comunicato all’amministrazione comunale che l’area temporaneamente non idonea alla balneazione.

Nei prossimi giorni si attendono i risultati delle controanalisi per la revoca del divieto: questo è il secondo caso dall’inizio stagione e la fine del lockdown.

Il 20 maggio scorso un divieto di pochissimi giorni aveva interessato sia Fiumetto che la Fossa dell’Abate a Lido di Camaiore: in quell’occasione come oggi i prelievi erano stati preceduti da giornate da abbondanti piogge.

“L’assessore Fratoni – ha detto il sindaco di Pietrasanta Alberto Giovannetti in una nota – venga a rendersi conto di persona, la Regione Toscana sta lasciando la nostra costa, le imprese che vivono di turismo, in balia degli eventi. I tempi di risposta sono molto distanti dai bisogni che il territorio ha oggi che sono i medesimi di un anno fa e di dieci anni fa. è un calvario che si ripropone periodicamente ad ogni maltempo”.

“Gran parte delle foci dei canali di questa costa – continua il sindaco – presentano la stessa problematica, da Carrara a Viareggio, ma nessuna vera soluzione”.

LEGGI ANCHE: Marina di Pietrasanta, tartaruga ritrovata morta sulla spiaggia

“Le motivazioni sono a tutti noi note, – conclude il sindaco – ma credo che la Regione Toscana con l’assessore all’Ambiente Fratoni debbano rendersi conto di persona delle incertezze ambientali che questo territorio a forte vocazione deve affrontare sistematicamente. Tornerò a rinnovare il mio invito ad un confronto sul territorio con le categorie e imprese. A noi servono soluzioni, non progetti”.

Leggi anche

Allo Jesolo Christmas Village e al Paese di Cioccolato per salutare il nuovo anno

Fabio Iacolare

ViviAmoCilento 2020, a breve il festival slow di musica, sentieri e sapori 

Redazione

4 percorsi turistici pedonali a tema per (ri)scoprire Genova

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.