Diporto

Planet Nine, il 75 metri della flotta Admiral protagonista in un sci-fi d’azione

Planet Nine, il 75 metri della flotta Admiral protagonista in un sci-fi d’azione

Planet Nine, il motor yacht explorer di 75 metri della flotta Admiral è il protagonista delle riprese in Italia di Tenet, il nuovo sci-fi d’azione di Christopher Nolan con John David Washington, Robert Pattinson, Michael Caine e Kenneth Branagh.

“Tenet”, distribuito in Italia da Warner Bros Pictures dallo scorso 26 agosto, è stato girato in sette nazioni differenti. In Italia le principali riprese sono state effettuate sul motor yacht Planet Nine nelle acque al largo della pittoresca Costiera Amalfitana che, per esigenze della produzione, ha replicato le coste del Vietnam.

Con i suoi sei ponti, lo scafo rinforzato grigio acciaio e la piattaforma per elicotteri Planet Nine è stato scelto perché in linea con le caratteristiche di Andrei Sator, l’antagonista del film interpretato da Kenneth Branagh. Il motor yacht è il suo palazzo, il suo rifugio e dà un’idea di come il personaggio affronta il mondo.

Planet Nine, in set cinematografico di lusso

Il ponte principale del Planet Nine, con una superficie di oltre 300mq divisa in due zone distinte, verso poppa la cabina principale e verso prua la zona lounge e una seconda cabina, è dedicato interamente all’armatore.

Sempre sul main deck, ma con accesso esclusivo dal ponte superiore, si trova una vera theater room attrezzata con un maxischermo da 119”.

Il ponte superiore è dedicato agli ospiti con un’ampia observatory lounge panoramica a prua.

Sul ponte inferiore si sviluppano le 5 cabine ospiti ed 1 cabina per lo staff armatoriale. Si ha inoltre accesso diretto ad un’ampia beach club ed alla spa dotata di un grande terrazzo sul mare.

Il quarto ponte ospita la timoneria ed una comoda cabina vip nella parte poppiera.

I ponti sono collegati da due ascensori, uno ad uso equipaggio che collega l’underlower deck all’upper deck, dove è presente la cucina, e l’altro dedicato agli ospiti, che collega il lower deck al sundeck.

Lo yacht è provvisto di due tender Rupert Marine 32’ con doppia motorizzazione riposti nella zona poppiera del main deck in due tender bays dedicate.

Admiral “Planet Nine” è dotato di un helipad progettato per accogliere un elicottero “Agusta Grande” con heli hangar sottostante e stazione di rifornimento carburante. E’ prevista inoltre una cabina e un ufficio per l’elicotterista di bordo, caratteristica è unica per uno yacht di tali dimensioni.

LEGGI ANCHE: International Yacht & Aviation Awards, premiato l’Admiral Life Saga

Il design degli interni garantisce comfort e grandi spazi sia nelle suite che nelle diverse aree comuni.

Gli interni richiamano i sapori classici e le atmosfere eleganti tipiche dei panfili di altri tempi, ma con un tocco di sobria modernità.

Si è voluto riprodurre la comodità e l’intimità di una casa, con l’intento di vivere gli spazi a bordo per buona parte dell’anno. Lo stile è elegante e contemporaneo.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Builder: Admiral -The Italian Sea Group

Hull: High Tensile Steel

Superstructure material: Aluminum Alloy

LOA: 74,0 m / 242,78 ft

Beam max: 12,93 m / 42,42 ft

Main engines: 2 X CAT 3516B (1920 kW @ 1600 RPM)

Generators: 3 X 282 kW, 400V 50 Hz 3 ph

Max speed: 16 kn

Cruising speed: 14 kn

Leggi anche

Sardegna in zona bianca: le regole per pesca e nautica da diporto

Redazione

Genoa Shipping Week, confermata la quarta edizione

Redazione

Schenker Watermakers festeggia i suoi primi 20 anni di acqua dolce

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.