Diporto

Sanlorenzo partecipa alla mostra dell’Associazione per il Disegno Industriale in occasione della XXI Florence Biennale

Fino al 27 ottobre, Sanlorenzo, tra i principali produttori al mondo di yacht e superyacht, prenderà parte alla XXI Florence Biennale – Mostra internazionale d’arte contemporanea, all’interno della mostra organizzata da ADI Associazione per il Disegno Industriale nel nuovo padiglione dedicato al Design.

Fondata nel 1997 e oggi diretta dal giovane Jacopo Celona, la Florence Biennale costituisce un’occasione unica per la città nell’ambito del contesto artistico contemporaneo. La XII edizione della Florence Biennale, offrirà un ricco programma di eventi tra cui conferenze, performance, workshop e iniziative didattiche che ruoteranno attorno al tema dell’edizione, legato alle celebrazioni per il 500° anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci: “Ars et Ingenium ‐ Celebrando Leonardo da Vinci”.

ADI e Florence Biennale intendono rendere omaggio al genio di Leonardo in una mostra, allestita all’interno del padiglione Spadolini nella Fortezza da Basso a Firenze, che celebra il suo lascito con le eccellenze toscane del Design premiate con il Compasso d’Oro, il prestigioso premio che da oltre sessant’anni segnala al pubblico e agli specialisti i migliori designer e le migliori aziende del design italiano, e Index.

Sanlorenzo, fondata nel 1958 nei pressi di Firenze e oggi con sede ad Ameglia, La Spezia, Viareggio e Massa, sarà presente all’interno del percorso espositivo con i modellini degli yacht pubblicati nell’ADI Design Index 2018 e 2019 e che faranno parte della preselezione per il prossimo Compasso d’Oro ADI 2020: lo yacht crossover SX88 con interior di Piero Lissoni, il Superyacht 460Exp con interior di Antonio Citterio Patricia Viel e SL102Asymmetric, il primo motoryacht asimmetrico al mondo.

Primo motoryacht asimmetrico al mondo, SL102Asymmetric è un progetto audace ed evoluto: la volontà di realizzare uno yacht asimmetrico è nata da un pensiero progettuale ben preciso che fonda le radici nel DNA dell’azienda e nella sua capacità intrinseca nel ridisegnare gli ambienti interni di una barca. La gestazione dell’idea è stata composita con più teste, menti e creatività combinate: da un’idea originaria di Chris Bangle, tra i car designer più conosciuti e rispettati nel mondo che in oltre 15 anni di collaborazione con BMW ha rivoluzionato la storia del marchio, ai tecnici e designer interni del cantiere, fino allo studio Zuccon International Project

Con l’obiettivo di ottenere una maggiore fruibilità degli spazi interni e una migliore comunicazione con l’esterno, SL102Asymmetric ripensa il layout canonico di uno yacht, mantenendo il solo passavanti sul lato di dritta ed eliminando quello sinistro, che viene portato sul tetto della struttura, consentendo attraverso questa configurazione asimmetrica, mai sperimentata prima, di recuperare circa 10 metri quadrati di superficie a favore degli ambienti interni.

Approccio assolutamente innovativo quello di Piero Lissoni per il design degli interni di SX88 che, per la prima volta in assoluto, ha presentato un open space su uno yacht di 88 piedi di lunghezza. Piero Lissoni ha così reinterpretato il concetto di spazio all’interno della barca che si sviluppa in un ambiente unico e continuo da poppa a prua con la cucina a vista, adiacente alla sala da pranzo, seguita dall’area living, senza soluzione di continuità tra interno ed esterno, grazie alle ampie vetrate che si affacciano sul mare. Una barca “sociale” quindi che offre un nuovo modo di vivere a bordo.

Il superyacht 460Exp di Sanlorenzo, con interni firmati da Citterio Viel ha reinventato il concetto di barca da esplorazione. Caratteristica peculiare di questo progetto è sicuramente lo stretto rapporto tra gli spazi interni e quelli esterni. I designer hanno infatti cercato di far entrare il disegno dello scafo dentro la barca mantenendo un rapporto diretto tra l’architettura navale e gli ambienti. Il progetto punta infatti a rivelare la costruzione della barca nella sua natura. I tessuti ecru in combinazione con dettagli in pelle, navy e acciaio satinato creano inoltre un’atmosfera marina sofisticata, confortevole e invitante.

Tre progetti diversi che raccontano l’approccio unico di Sanlorenzo, il suo forte legame con il mondo del design e il lavoro svolto dall’azienda per proporre nuovi modi di vivere il mare aprendo inedite prospettive per il mondo della nautica.

Leggi anche

In anteprima mondiale a Cannes il Motor Yacht Made in Italy Vanadis

Fabio Iacolare

Slow Stone: l’unicità di Nommos al London Design Festival 2019

Fabio Iacolare

Doyle arriva in Italia con progetti custom di due prestigiosi cantieri

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.