Diporto Nautica

Giorgio Armani e The Italian Sea Group progettano uno yacht da 72 metri

giorgio armani yacht

Giorgio Armani e The Italian Sea Group realizzeranno insieme un motor yacht  all’avanguardia Admiral da 72 metri. Il progetto, fa sapere il gruppo Armani, sarà consegnato all’inizio del 2024.  L’azienda specializzata nella nautica di lusso e Giorgio Armani hanno appena annunciato che il progetto dello yacht sarà consegnato all’inizio del 2024.

Giorgio Armani e lo yacht per il player in Borsa

The Italian Sea Group, attivo nella costruzione e refit di motoryacht e navi fino a 100 metri, fa capo all’imprenditore italiano Giovanni Costantino. L’azienda opera con i brand AdmiralTecnomar. Lo scorso febbraio, il player ha comunicato di aver presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie presso il Mercato Telematico Azionario e, ove ne ricorrano i presupposti, sul segmento Star.




Nel corso dell’esercizio 2020, la società di nautica ha realizzato ricavi totali pari a 116,4 milioni di euro, in crescita del 16,1% rispetto ai 100,3 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2019, l’ebitda è pari a 14,5 mln (+49,8%), l’ebit raggiunge i 9,4 mln più che raddoppiato rispetto ai 4,5 dell’esercizio precedente. Il risultato ammonta a 6,2 milioni di euro, in netto aumento rispetto a 0,43 mln del 2019.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi si è regalato un altro yacht: ecco quanto costa

Il Gruppo Armani è stato fondato nel 1975 da Giorgio Armani, che ne è Presidente e Amministratore Delegato. Il Gruppo Armani è tra le aziende della moda e del lusso leader nel mondo, con 8.900 dipendenti e otto stabilimenti di produzione. Il Gruppo disegna, produce, distribuisce e vende direttamente prodotti di moda e lifestyle quali abbigliamento, accessori, occhiali, orologi, gioielli, cosmetici, profumi, mobili e complementi d’arredo e opera nell’ambito della ristorazione e dell’hotellerie.

Leggi anche

Monte Carlo Yachts svela il secondo dei tre modelli annunciati per il 2019: l’ MCY 66

Fabio Iacolare

Comparto Shipping Federagenti: “Ripartire il prima possibile”

Fabio Iacolare

Pesca e acquacoltura sostenibili, il contributo del PO FEAMP 2014 – 2020 

Fabio Iacolare

1 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.