Diporto

Arcadia Yachts: due nuovi vari per un mercato sempre più attento al “green factor”

Arcadia Yachts è lieta di annunciare i vari di ben due yacht in questo mese di maggio: si tratta del sedicesimo scafo dell’A85 e del terzo scafo dell’A105. Consegne che confermano lo stato di salute del cantiere italiano e la sua solidità finanziaria, rafforzati anche dal fatto che sono già in fase di assemblaggio un nuovo A105 e un nuovo A85.

Il cantiere italiano, per una sua precisa scelta, dispone sempre di uno scafo e di una coperta on spec pronti per l’allestimento di ogni modello, oltre che di un esemplare “ready to sail” di A85, SHERPA XL e SHERPA, dimostrando così da una parte la sua solidità finanziaria e la fiducia riposta nella propria vision di prodotto, dall’altra sfrutta la notevole attenzione al futuro armatore poiché riduce considerevolmente i tempi di consegna, lasciandogli comunque ampia libertà nelle personalizzazioni stilistiche.

L’A85 scafo 16, consegnato a un armatore italiano, conferma come anche il mercato domestico sia sempre più attento a quegli aspetti di comfort, efficienza e attenzione all’ambiente propri di Arcadia Yachts, che tanto successo hanno riscontrato fin da subito sui mercati esteri, dal Nord Europa al Sud America fino all’estremo oriente.

ARCADIA A105, UNO YACHT VINCENTE

C’è molta attesa per lo scafo #3 dell’ARCADIA A105, che si presenta molto diverso dallo scafo #2 svelato allo scorso Cannes Yachting Festival 2018 e che si è recentemente aggiudicato il World Superyacht Awards nella categoria “Semi-Displacement or Planing Motor Yachts 30m to 32.9m”. Tra le motivazioni che hanno portato alla scelta della giuria, la stretta connessione dell’A105 con il mare e la grande attenzione all’ecosostenibilità evidenziata dalla presenza di pannelli solari ad alta efficienza.

Tutte caratteristiche che ritroviamo nel nuovo scafo #3, che si differenzierà dal predecessore per il suo utilizzo, poiché lavorerà anche nel mercato del charter e navigherà sei mesi nel Mediterraneo e sei mesi tra le isole dei Caraibi.

Per questo motivo il layout interno è stato rivisto, con quattro cabine e l’area prodiera che accoglie un salottino studiato in maniera tale da poter essere trasformato in una quinta cabina con divano letto. Il cantiere, confermando la sua capacità di offrire agli armatori veri e propri yacht semi custom, ha rielaborato non solo il layout, ma anche i tessuti e i materiali. A bordo dell’A105 scafo #3 colori chiari e vivaci contrastano con il bianco. Insieme donano una sensazione di freschezza e luce in ogni momento della giornata.

IL GREEN FACTOR DI ARCADIA

Dai pannelli solari che permettono di ridurre fino a eliminare l’utilizzo del generatore in rada alle grandi finestrature isolate termicamente fino alla carena semidislocante ad alta efficienza che consente di ridurre considerevolmente i consumi, tutto a bordo degli yacht ARCADIA è pensato per vivere un’esperienza di vita marina unica a diretto contatto con l’ambiente circostante. Arcadia Yachts continua inoltre a investire nell’ambito della ricerca e dello sviluppo così da essere sempre all’avanguardia nella creazione di yacht capaci di mantenere un perfetto equilibrio tra sostenibilità, design, convivialità, sicurezza e facilità d’utilizzo.

Entrambi i nuovi scafi saranno presenti al prossimo Cannes Yachting Festival 2019 (10-15 settembre), insieme al nuovo Sherpa XL, che proprio in occasione della rassegna francese farà il suo debutto mondiale.

Leggi anche

Benetti vende il primo megayacht battente bandiera cinese

Fabio Iacolare

Al 15° raduno Vele Storiche Viareggio arrivano Invader e Orion, le golette ultracentenarie dei divi di Hollywood

Fabio Iacolare

Benetti Yacht, successo per l’Oasis 40m: chiusi due contratti in un mese

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.