Località di mare

San Benedetto del Tronto, si ritorna a passeggiare in spiaggia

San Benedetto del Tronto, si ritorna torna a passeggiare in spiaggia

San Benedetto del Tronto, si ritorna torna a passeggiare in spiaggia: con più traffico in città e lungo la statale Adriatica, la gente è scesa in spiaggia e sul lungomare, per passeggiare e correre, pur rispettando il distanziamento sociale e di protezione.

Quasta è la fotografia di stamani a San Benedetto del Tronto (Comune in provincia di Ascoli Piceno) dove qualche piccola imbarcazione da diporto è uscita in mare aperto.

La Regione Marche ha autorizzato da oggi le passeggiate individuali in spiaggia, senza assembramenti e nel rispetto di tutte le misure anti-Covid.

Nelle vicina cittadina di Ancona, invece, le passeggiate in spiaggia, sempre individuali, saranno ammesse dal 18 maggio e solo dal lunedì al venerdì .

A San Benedetto del Tronto, nella Riviera delle palme, parecchie persone stanno approfittando della giornata di sole e temperatura favorevole per tornare a camminare in spiaggia, per lo più indossando la mascherina e mantenendo la distanza di sicurezza.

Molti anche i bambini, accompagnati da genitori. In città il primo cittadino sta diffondendo attraverso dei megafoni un messaggio a tutti alla prudenza e al buon senso.

San Benedetto del Tronto è il comune litoraneo più meridionale delle Marche: i confini naturali a sud (fiume Tronto) e ad est (mare Adriatico) sono ben definiti mentre a nord e ad ovest non sono altrettanto identificabili. L’elevata espansione urbana nel territorio stretto tra mare e collina non permette una lettura facile dei limiti dell’abitato.

San Benedetto, il Cuore della Riviera delle Palme

Riviera delle Palme è una denominazione turistica che individua quel tratto di costa marchigiana che va da Cupra Marittima al fiume Tronto, passando per Grottammare e San Benedetto del Tronto; è la più importante realtà turistica della regione Marche per numero di strutture ricettive e presenze, caratterizzata dalla presenza di migliaia di palme, in prevalenza delle specie Phoenix canariensis, Washingtonia e P. sylvestris.

LEGGI ANCHE: Elbasicura, una proposta concreta per l’estate 2020 arriva dall’Isola d’Elba

Originariamente la dicitura era attribuita alla sola San Benedetto del Tronto, nella quale, tra giardini pubblici e privati e lungo i viali cittadini, si contano un totale di circa 8.000 palme di varie specie, che ne costituiscono da tempo una sorta di simbolo cittadino. L’appellativo “Riviera delle Palme” è stato assunto da un consorzio turistico nato nel 2000 che, oltre ai già citati comuni costieri, comprende anche comuni dell’immediato entroterra.

Pur non essendo nominalmente presente nel consorzio turistico, è spesso considerata parte della Riviera delle Palme anche Martinsicuro.

Leggi anche

Pozzuoli, due volumi commemorativi per i 50 anni dello sgombero del Rione Terra

Fabio Iacolare

Fiumicino, Fregene e Passoscuro testimoniano il forte legame di Federico Fellini

Fabio Iacolare

Maccarese: riapre Baubeach, la spiaggia per gli amici a 4 zampe

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.