Diporto Nautica Video nautica

Al Waab II 24 metri, lavori andati avanti nonostante il Covid-19

Al Waab II

Il Covid-19 potrebbe aver fermato il mondo nel 2020, ma la costruzione di 24 mesi di Al Waab II ha mantenuto la rotta tracciata. Ad Alia Yachts, nella città costiera turca di Antalya, i lavori sullo yacht di 55 metri sono proseguiti a ritmo sostenuto.

Lo yacht a motore in acciaio e alluminio progettato da Vripack ha celebrato l’unione dello scafo e della sovrastruttura a giugno. Ora, contro ogni previsione, la nuova build progressiva rimane in programma per la consegna a luglio 2021.




“È stato a dir poco difficile, ma abbiamo adottato molte misure di salute e sicurezza, seguito con i nostri fornitori per mitigare eventuali ritardi e, soprattutto, abbiamo riorganizzato e rimescolato il nostro lavoro di produzione”, afferma Gökhan Çelik, presidente di Alia Yachts. “Per compensare i ritardi subiti dai nostri fornitori europei, abbiamo aggirato il problema e trovato il modo di ricreare il tempo perso”.

Al Waab II, design esterno e architettura navale lo rendono uno yacht unico

A parte il programma impressionante, la quantità di volume trovata sulla piattaforma sub 500 GT da 55 metri è di per sé degna di nota. Il design esterno e l’architettura navale, che proviene dagli esperti tavoli da disegno di Vripack, bilancia le notevoli questioni di peso, spazio e funzionalità con facilità, rendendo Al Waab II uno yacht unico.




“La quantità di volume su uno yacht di queste dimensioni è assolutamente unica”, afferma Bart Bouwhuis, co-direttore creativo di Vripack. “L’abbiamo raggiunto ottimizzando lo spazio e adottando un approccio olistico e collaborativo al design; guadagnando 10 cm di profondità qui, alzando i soffitti di altri 3 cm lì. L’attenzione non è solo sul volume in sé, ma su come si utilizza il volume con lo scopo di dare il massimo divertimento al proprietario. Non sprechiamo spazio, ovunque”.

Al Waab II 2

Il design esterno, con il suo ampio uso di vetro, fornisce linee di vista ottimali e un percorso ottimale abbinato a layout logici che puntano tutti a un obiettivo; l’esperienza di vivere in mare. Vripack è rinomato per disegnare yacht con capacità di tenuta di mare superiori, ma Al Waab II abbina questo comfort a bordo con un rinnovato senso di proprietà e appartenenza. Per l’armatore, che ha messo piede per la prima volta a bordo dello yacht in-build ad agosto, avere un’idea di come sarà la vita sull’acqua una volta che lo #yacht sarà completo è stato elettrizzante.

Francesco Pitea: “Armatore sorpreso dall’ampio spazio”

“L’armatore è rimasto davvero sorpreso da quanto volume è stato creato e dalla sensazione di ampio spazio aperto che il design offre”, afferma Francesco Pitea, CEO di SF Yachts, che è stato rappresentante dell’armatore durante tutto il progetto. “Al Waab II è un progetto estremamente complesso che riunisce molti elementi tecnicamente impegnativi e ha richiesto un enorme sforzo di collaborazione sfruttando l’esperienza di gestione del progetto presso SF Yachts per raggiungere questi risultati ingegneristici, nei tempi previsti e con soddisfazione dell’armatore”.

Sono ora costruiti due ponti su tre e tutte le tubazioni, a parte la sala macchine, sono complete. Lo scafo in acciaio è stato innescato per la verniciatura, pronto per l’applicazione del top coat a gennaio. Nel tentativo di recuperare il tempo perduto, Alia Yachts ha preso la decisione insolita di completare tutto il cablaggio esterno della barca, riservando uno dei suoi capannoni a questo processo.

“Questo ci consente di eseguire quasi 5 km di cavi in ​​cinque giorni”, afferma Elkin Yildirim, project manager di Alia Yachts. “Siamo costantemente alla ricerca di nuove soluzioni e modi di lavorare in linea con le condizioni attuali, il che significa che non abbiamo posticipato nessun elemento del progetto. Siamo a 14 mesi dall’inizio della costruzione e siamo fiduciosi di continuare questo livello di progresso”.

Leggi anche

Videoworks al Monaco Yacht Show 2019: tecnologia, divertimento e benessere a bordo

Fabio Iacolare

Magellano 25 Metri di Azimut Yachts al Festival del Cinema di Roma

Redazione

La prima di nerea yacht al cannes yachting festival con tre versioni della gamma ny24

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.