News dal mare

Le balene mangiano gli uomini? Facciamo chiarezza

balene mangiano uomini

Le balene mangiano gli uomini? Nei romanzi e nei film horror spesso i malcapitati in mezzo al mare finiscono nelle fauci di questi mammiferi. Racconti fantascientifici, frutto dell’immaginazione o del desiderio di colpirci nelle nostre paure più profonde.

Cosa mangiano le balene, allora? Il video proveniente dalla California che mostra le due donne in kayak inghiottite dalla balena, pone questo interrogativo. I cetacei attaccano gli uomini e, soprattutto, le balene mangiano gli uomini?

Le balene mangiano gli uomini? Ecco la risposta

La risposta è no, le balene non mangiano gli uomini. A differenza di squali e altri pesci predatori che dominano anche nei nostri mari, queste specie di mammiferi si nutrono principalmente di plancton, krill, piccoli pesci e crostacei. La balena non mastica, dunque, ma filtra il cibo.




Infatti, la bocca della balena, a differenza di quella degli squali, non è dotata di denti acuminati, bensì di fanoni con cui filtrano l’acqua in cui restano intrappolate le prede. I fanoni sono delle lamine presenti nella bocca di alcune specie di balena al posto dei denti: la loro funzione è quella di filtrare l’acqua espulsa e trattenere nella bocca gli animali di piccoli dimensioni di cui si nutre la balena. Ogni fanone è composto da una sostanza fatta di cheratina che gli conferisce una certa elasticità.

I fanoni sono fissati alla mascella superiore e disposti su due file parallele, sono più larghi vicino alle gengive e, secondo le diverse specie, la loro lunghezza varia da 0,5 a 3,5 metri.

Non solo. Anche la gola della balena non potrebbe ingoiare una preda e vi spieghiamo perché. Sebbene la balenottera azzurra sia l’animale più grande del mondo con una bocca abbastanza grande da contenere 100 persone, non può ingoiare alcun oggetto più largo di un pallone da spiaggia. Le loro gole sono troppo piccole.

LEGGI ANCHE: Squalo balena, il pesce più grande al mondo a rischio estinzione

I più lunghi appartengono alle cosiddette “balene della Groenlandia”, che possiedono una mascella inferiore molto incurvata e una superiore stretta. In passato è stato fatto largo uso dei fanoni per costruire oggetti di vario genere, come fruste per i carrettieri, aste per gli ombrelli, stecche per irrigidire i corsetti degli abiti femminili. Ora invece al loro posto si utilizza la plastica.

Cosa mangiano le balene: 3 alimenti principali

Sono 3 gli alimenti di cui si nutrono principalmente le balene e tutti di piccolissime dimensioni. I cetacei li filtrano mentre emergono in superficie. Come abbiamo già accennato, le balene mangiano in prevalenza:

  • plancton: sono degli organismi acquatici galleggianti che, non essendo in grado di dirigere attivamente il loro movimento, vengono trasportati passivamente dalle correnti e dal moto ondoso.
  • krill: si tratta di un crostaceo più piccolo di un gamberetto che è solito nuotare a poca profondità in banchi di migliaia di milioni di esemplari.
  • crostacei di piccole dimensioni: altre specie come il krill finiscono per essere ingerire dalle balene

Leggi anche

Greenpeace: allarme inquinamento alla foce del fiume Sarno in Campania

Fabio Iacolare

Proseguono i controlli a Calamosca, lunedì l’esito delle nuove analisi

Fabio Iacolare

Stop al pesce fresco a tavola lungo tutto l’Adriatico dal 15 agosto

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.