Nautica Sport

Swan Tuscany Challenge, quattro giorni di vela per tornare a sognare

Swan Tuscany Challenge

Swan Tuscany Challenge, la sfida velica per chi sogna di tornare in acqua. Dopo le recenti notizie sulla cancellazione di regate e saloni nautici e le restrizioni dovute alla seconda ondata di pandemia da Covid 19 in alcune aree del mondo, Nautor’s Swan ha deciso in modo proattivo di ospitare un evento alternativo per quei marinai avidi che vogliono tornare in acqua, nell’ambiente sicuro e controllato di Marina di Scarlino.
Lo Swan Tuscany Challenge offrirà un modo per tornare in mare issando le vele per quattro giorni di regate all’insegna del divertimento, dell’entusiasmo e ovviamente della forte competizione nella splendida cornice delle acque toscane. L’evento ospiterà la comunità delle corse di Nautor Swan in un ambiente positivo, competitivo e diversivo, attento anche ai protocolli di sicurezza delle migliori pratiche per proteggere la salute di tutte le persone coinvolte.

Quattro classi, ovvero ClubSwan 50, Swan 45, ClubSwan 42 e ClubSwan 36, hanno confermato la loro presenza per prendere parte a questa prima edizione dello Swan Tuscany Challenge, che si terrà dal 9 al 12 settembre. L’evento, che fa parte della Nations League Mediterranean, è l’inizio di una delle più attese emozioni da corsa dell’anno: The Swan One Design World, che si terrà nella stessa sede dal 13 al 17 ottobre.

Alla Swan Tuscany Challenge partecipano i migliori talenti della vela: Markus Wieser e Michele Ivaldi, tattico e navigatore su ClubSwan 50 Hatari, al debutto a questo evento; Giovanni Cassinari sarà il Trimmer Randa del ClubSwan 36 Sixth Sense, dopo la sua esperienza durante l’America’s Cup; i pluridecorati Jochen Schueman e Tommaso Chieffi saranno rispettivamente a bordo del ClubSwan 50 OneGroup e del ClubSwan 50 Cuordileone.

“Lo Swan Tuscany Challenge è stato concepito come un’alternativa per quelle barche che si sono impegnate e hanno pianificato di partecipare alla Rolex Swan Cup di Porto Cervo, per evitare la delusione che l’annullamento avrebbe potuto causare”,  afferma Enrico Chieffi, Vicepresidente del Gruppo Nautor.

LEGGI ANCHE: Ad Anzio, dall’11 al 13 settembre, il Grand Prix Anzio Aquabike

“Apprezzo molto in particolare come Marina di Scarlino insieme al ClubSwan Swan Racing Office abbia creato e organizzato lo Swan Tuscany Challenge in meno di un giorno, dando alle barche e agli equipaggi l’opportunità di competere in un evento così impegnativo – aggiunge Chieffi – È un elemento di orgoglio personale sia per Nautor’s Swan, per la sua capacità di essere sempre molto vicino alle esigenze dei suoi armatori, con visione e azione globale, sia per la Marina di Scarlino che conferma la sua vocazione di attore importante nel mondo delle competizioni veliche supportate dalla propria organizzazione qualificata “.

Leggi anche

Coppa America, è 3 a 3 Luna Rossa vs Team New Zealand. Le partenze decidono la giornata

Redazione Sport

Hempel World Cup Series, terzo giorno di regate vento forte, ancora in evidenza le azzurre del 470 W

Fabio Iacolare

The Ocean Race Summits 2, esperti uniti per trovare soluzioni e strategie

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.