Sport

Canottaggio, dalla federazione aiuti economici a sostegno delle Società

Canottaggio, dalla federazione aiuti economici a sostegno delle Società

Canottaggio, dalla federazione aiuti economici a sostegno delle Società: è la decisione del Consiglio FIC, durante la sessione in call conference presieduta da Giuseppe Abbagnale.

La federazione, visto il lockdown causato dall’emergenza Coronavirus in atto, ha stanziato la somma di € 550.000,00 (cinquecentocinquantamila/00), approvandone la relativa spesa, per aiutare economicamente le Società remiere affiliate alla Federazione Italiana Canottaggio.

La somma è stata stanziata per agevolare la ripartenza dell’attività

La somma, stanziata per agevolare la ripartenza dell’attività dei Sodalizi al termine del periodo di chiusura a causa della pandemia da Covid-19, sarà resa disponibile non appena la Segreteria Federale avrà emanato la normativa per accedervi.

“Ho recepito, e condiviso con il Consiglio, le richieste di aiuto pervenute dalle nostre Società – afferma il Presidente Abbagnale, che dice ancora – ed abbiamo messo a disposizione questa cifra che, di fatto, è un aiuto concreto per il ritorno alla normalità sportiva dei nostri Sodalizi. Questo aiuto federale potrà creare condizioni migliori per la riapertura di tutte le sedi sociali, e gli impianti sportivi, e consentire il ritorno alla pratica del canottaggio”.

LEGGI ANCHE: Canottaggio, nuovo record del mondo di Pietro Ruta nei 5000 metri

Intanto si terrà domani, domenica 10 maggio alle ore 19.30 attraverso la piattaforma Zoom, la Cerimonia di Apertura degli “Smart Games”, i Giochi di Special Olympics Italia le cui gare, previste in 18 discipline sportive.

L’evento online è in programma dal 10 al 31 maggio, si svolgeranno al sicuro, in casa propria, coinvolgendo atleti con e senza disabilità intellettive in tutta Italia.

Cerimonia di Apertura degli “Smart Games”

La torcia olimpica, che mai come in questo momento rappresenta quella luce di speranza tesa ad un futuro migliore, ha viaggiato per le case di migliaia di atleti.

Lo ha fatto “attraversando” tutte le regioni del nostro Paese, a dimostrazione di una Italia che non si ferma e che nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, è in grado di sprigionare forza e creatività proponendo modalità alternative agli eventi tradizionali.

La stessa torcia avrebbe dovuto accendere il tripode nella città di Varese, prima che gli stessi Giochi Nazionali fossero stati, per ovvie ragioni, annullati.

Cambiano le dinamiche ma il focus e gli obiettivi restano gli stessi: la voglia di mettersi in gioco attraverso lo sport, strumento straordinario nella costruzione dell’uomo prima che dello sportivo e della sua grande capacità di annullare le distanze avvicinando le persone.

In occasione della Cerimonia di Apertura numerosi saranno i contributi provenienti da volti noti, testimonial del Movimento Special Olympics, del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo: da Filippo Magnini, Valentina Vezzali e Margherita Granbassi a Biagio Antonacci, Eugenio in via di Gioia, Valeria Rossi, Petra Magoni, Frida Bollani e Cristina D’Avena, da Cristiana Capotondi a Paolo Ruffini, fino al Trio Medusa e Paolo Bonolis.

Leggi anche

Emergenza sanitaria Coronavirus: sospeso l’Invernale di Riva di Traiano

Fabio Iacolare

A La Rambla la prima tappa del Trofeo Porsche On Board

Fabio Iacolare

Marina Militare: “La Superba” vince il campionato europeo  velico della categoria J 24

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.