Nautica Sport

Luna Rossa vs New Zealand: 1 a 1 alla fine della prima giornata

prima giornata di coppa america: 1 a 1 luna rossa new zealand

Luna Rossa perde la prima regata dell’America’s Cup, ma si rifà nella seconda e chiude la prima giornata sull’1 a 1. Vento medio nella baia di Auckland con velocità attesa di 12-15 nodi proveniente da Nord-Ovest, con raffiche fino a 17-18 nodi.

Nella prima gara di giornata New Zealand entra a sinistra molto bassa nel box di partenza. Alla virata per evitare il boundary, Luna Rossa la precede e si mette avanti. I neozelandesi protestano per la vicinanza dello scafo italiano, ma i giudici alzano bandiera verde. No penalty. Gli scafi entrano quasi appaiati nel campo di regata. Luna Rossa prova un’orzata verso destra, i kiwi sono troppo vicini e gli italiani protestano. Ma i giudici non danno penalità ai neozelandesi. Luna Rossa nella manovra ha perso però velocità e New Zealand passa avanti di circa 130 metri. Le barche viaggiano di bolina a circa 35 nodi verso il primo gate, dove i kiwi arrivano avanti di 14 secondi.




Di poppa gli AC75 volano con punte di 43 nodi. Ma Team New Zealand sembra leggermente più veloce di Luna Rossa e al secondo gate allunga a 23 secondi. Nella corsa verso il terzo giro di boa, Luna Rossa recupera qualche secondo e arriva dietro di 19 secondi rispetto a Team New Zealand. Al quarto gate gli italiani rosicchiano altri due secondi e Team New Zealand è avanti di 17 secondi quando mancano due leg, una di bolina e una di poppa. I kiwi mostrano una certa sicurezza del loro scafo. Il team di Max Sirena cerca di mantenersi in scia e al quinto giro di boa, gli italiani sono dietro di 20 secondi. Ci vorrebbe un errore dei kiwi per ribaltare il risultato, che però non arriva e i neozelandesi tagliano il traguardo per primi, con 31 secondi di distacco su Luna Rossa.

LEGGI ANCHE: Max Sirena: “Non abbiamo niente da perdere, è la sfida della vita”

Il riscatto di Luna Rossa che vince gara 2 contro New Zealand

Nella seconda regata, buona partenza per Luna Rossa che arriva in vantaggio alla linea dello start e va avanti di circa 80 metri. E alla prima virata gli italiani già si mettono in controllo, cercando di lasciare i kiwi in scia per non dargli vento libero. Alla prima boa Luna Rossa è avanti di 13 secondi. Nella corsa verso il secondo gate gli italiani mantengono un buon controllo e si presentano alla seconda boa in vantaggio di dodici secondi. Verso il gate tre è sfida di virate. Luna Rossa cerca di mettersi in controllo, rispecchiando le stesse manovre dei kiwi e mettendosi nella stessa posizione di New Zealand. Ma i neozelandesi virano a loro volta. È quindi un continuo sterzare che alla lunga però non cambia il distacco tra i due scafi, anzi. Luna Rossa gira intorno alla terza boa sfiorando i 50 nodi e il vantaggio è in crescita: 25 secondi avanti. Al gate 4 il distacco è quasi identico, con gli italiani in vantaggio di 24 secondi. Nella corsa verso il gate 5 Luna Rossa si prende qualche rischio e lascia margini di recupero ai neozelandesi, che ne approfittano e dimezzano il ritardo in termini di metri. Gli italiani ricominciano così a replicare le manovre dei kiwi e tornano a rispondere virata su virata. Al penultimo giro di boa Luna Rossa è avanti di appena 12 secondi. Si gioca tutto nell’ultima leg e Luna Rossa deve amministrare il vantaggio senza sbavature. E ce la fa, tagliando il traguardo cento metri avanti, con sette secondi di vantaggio sui neozelandesi. È uno a uno alla fine della prima giornata. Si torna in acqua in situazione di parità venerdì 12.

 

 

Leggi anche

Canottaggio, l’Italia va alla grande: una finale e 4 semifinali conquistate

Redazione Sport

Perini Navi: anche The Italian Sea Group si ritira dall’asta

Fabio Iacolare

Origami è il concept di uno yacht di 65 metri dagli ampi spazi

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.