Diporto

Apm Terminals, arriva il nuovo direttore risorse umane

È Roberta Ragone, manager con grande esperienza di sviluppo e organizzazione

Continua il rafforzamento della struttura manageriale di APM Terminals Vado Ligure Spa, la società che gestirà il terminal container di Vado Ligure attualmente in fase di completamento e la cui inaugurazione è prevista per il 12 dicembre 2019.

In società ha fatto da poco il suo ingresso Roberta Ragone, con la qualifica di Head of human resources. Milanese di nascita, è laureata in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l’Università di Padova con specializzazione in formazione e comunicazione.

Dopo la laurea la manager ha ottenuto anche un master in risorse umane presso la business school Il Sole 24 Ore di Milano e ha superato l’esame di Stato per l’iscrizione all’Ordine degli psicologi. Ha poi seguito diversi corsi di specializzazione in comunicazione, public speaking, gestione del tempo, delle priorità edelle persone.

Prima del suo arrivo in APM Terminals, Roberta Ragone ha lavorato in realtà aziendali di grande rilevanza dei settori farmaceutico e IT tra l’Italia e l’Ungheria, occupandosi sempre di risorse umane in vari ruoli di crescente responsabilità, da HR generalist e specialist fino a HR director.

Il suo profilo è fortemente improntato allo sviluppo e all’organizzazione di aziende strutturate anche in ambito internazionale e multi-culturale: da qui l’incontro con APM Terminals, multinazionale che pone la diversità e l’integrazione fra varie esperienze lavorative come fondamento delle proprie strategie di crescita. 

APM Terminals Vado Ligure S.p.A., di proprietà della società olandese APM Terminals leader nella movimentazione di container, fa parte del gruppo danese AP Moller-Maersk e ha la sua sede nel porto di Vado Ligure, parte del territorio dell’Autorità Portuale di Sistema del Mar Ligure Occidentale.

APM Terminals Vado Ligure S.p.A. è nata per progettare, costruire e gestire un terminal container moderno ed efficiente.

Il nuovo terminal container sarà uno dei più tecnologicamente avanzati del Mediterraneo, dotato di una banchina di 700 metri con pescaggio adatto per ospitare anche le mega navi di ultima generazione e sistemi di movimentazione automatizzati e all’avanguardia. L’obiettivo del terminal è diventare il gateway logistico ideale per il mercato regionale del Nord Italia e per il più vasto mercato del Centro Europa.

Da Agosto 2015 APM Terminals controlla, sempre all’interno del Porto di Vado Ligure, la società Reefer Terminal S.p.A. Con una capacità annuale di 250.000 TEU, Reefer Terminal vanta un terminal refrigerato in porto di 50.000 m2, uno dei più grandi del Mediterraneo, specializzato nello sbarco e stoccaggio di prodotti ortofrutticoli freschi.

Leggi anche

Azimut Yachts, l’esclusivo Private Boat Show al Marina di Viareggio

Fabio Iacolare

I Blue Marina Awards sono ufficialmente aperti: iscrizioni fino al 30 giugno

Redazione

Sergio Davì, nuova sfida: da Palermo a Los Angeles in gommone

Davide Gambardella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.