Località di mare News dal mare

Per 33 giorni su un’isola deserta: si salvano mangiando noci di cocco e ratti

isola deserta

Sperduti su un’isola deserta delle Bahamas, si salvano mangiando per circa cinque settimane noci di cocco e ratti. La disavventura accaduta a tre cubani, ricorda un celebre film con Tom Hanks. Ed invece è pura realtà.

E’ stata la guardia costiera statunitense a recuperarli sull’atollo sperduto nell’oceano, dopo che gli ufficiali li hanno visti sventolare una bandiera improvvisata per attirare l’attenzione.

Il gruppo, composto da due uomini e una donna, viveva da 33 giorni in un’isola disabitata delle Bahamas, Anguilla Cay, dopo che la loro barca si era capovolta.

Naufragano e si ritrovano sull’isola deserta: la storia assurda di tre cubani

“Siamo stati avvisati dalle bandiere , oltre ad aver notato una grande croce disegnata sulla sabbia”, ha detto il pilota di elicotteri Mike Allert alla stazione televisiva di Miami WPLG, secondo quanto riporta il The Guardian. Il pilota ha quindi deciso di tornare indietro intorno ad Anguilla Cay per indagare e un equipaggio è tornato sull’isola più tardi lunedì per far cadere acqua, cibo e una radio.



Una volta messi in salvo, i tre cubani hanno riferito che la loro barca si è capovolta in acque agitate e che sono stati in grado di nuotare verso l’isola deserta. “Essendo stati in questi elementi duri per un lungo periodo di tempo, erano molto felici di vederci”, ha detto Allert a Good Morning America della ABC.

LEGGI ANCHE: Sul faro di un’isola a guardare film: il premio per l’infermiera anti-Covid19

Non è stato immediatamente chiaro se si trattasse di migranti che cercavano di entrare negli Stati Uniti o se si fossero semplicemente persi in mare, ha detto al South Florida SunSentinel il sottufficiale di seconda classe Brandon Murray. Sono stati portati al centro medico di Lower Keys, dove nessuno sembrava riportare ferite gravi. Il gruppo si era anche costruito un rifugio temporaneo, ha detto un funzionario della guardia costiera. “Non riesco a ricordare una volta in cui abbiamo salvato persone che sono rimaste bloccate per oltre un mese su un’isola. Questo è nuovo per me. “

Leggi anche

Sardegna, niente campo boa a Cala Luna

Fabio Iacolare

Squalo mako pescato alle Secche della Meloria a Livorno

Fabio Iacolare

Volontari WWF scoprono due nuovi nidi di tartaruga a Modica e Trappeto

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.