Località di mare

Cambiamenti climatici, il Comune di Cecina aderisce al progetto “Walk”

Il progetto Walk the Global Walk è promosso da Oxfam Italia Intercultura sulle fondamenta dell’Agenda 2030 che attribuisce ai giovani un ruolo fondamentale per la trasformazione della società dando l’opportunità agli studenti di partecipare a laboratori di cittadinanza attiva. Le classi terze delle scuole medie Galilei di Cecina hanno aderito al progetto con un lavoro incentrato sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e su cosa possiamo fare per ridurre i rifiuti e la nostra impronta ecologica. Al laboratorio pomeridiano hanno partecipato l’assessora alla Cultura e all’Educazione Lucia Valori, il funzionario dell’Ufficio del Comune Tommaso Modesti e Pietro Grassi, membro del Parlamento degli studenti della Regione Toscana. Gli studenti delle Galilei hanno spiegato di essersi attivati per coprogettare le azioni di sensibilizzazione alla cittadinanza:

·        Limitare l’uso indiscriminato della macchina, favorire l’autonomia degli studenti contrastando i cambiamenti climatici attraverso un percorso specifico attorno alla scuola. Quello che hanno chiesto gli studenti è di prevedere una viabilità che porti ad utilizzare il parcheggio di via Aldo Moro per le auto e i vialetti pedonali all’interno del villaggio scolastico prevedendo l’accompagnamento degli studenti fino a scuola. Proposta che l’assessora Valori ha accolto con favore assicurando l’avvio di una discussione in giunta

·        Piste ciclabili che migliorino il collegamento con il centro di Cecina. E su questo fronte l’Amministrazione Comunale è già impegnata nell’ampliamento della rete esistente di piste ciclabili, nell’attivazione del servizio di bike sharing e nella sensibilizzazione sull’utilizzo della mobilità dolce e alternativa anche nelle scuole e nel settore turistico

·        Fontanello a scuola: i ragazzi utilizzano le borracce (sono state consegnate ai ragazzi da Rea) e vorrebbero avere l’opportunità di ricaricarle con un fontanello, da capire se posizionato all’interno o all’esterno della scuola. Anche su questa proposta i ragazzi hanno ricevuto il sostegno dell’assessora Valori. Comune e Asa sono di fatto già impegnati nell’ampliamento della rete di distributori di acqua pubblica potabile

·        Riscaldamento: una gestione più ponderata che possa evitare costi inutili e sprechi di energia, anche alla luce del cambiamento climatico in atto che porta ad inverni sempre più miti

L’assessora Lucia Valori ha quindi ringraziato per l’invito. “Ho voluto chiamare il mio assessorato ‘all’Educazione’ e non all’Istruzione perché ritengo – ha spiegato nel corso del laboratorio – che sia un termine più ampio, che abbraccia anche l’ambiente e la socializzazione. Sono venuta qui per ascoltare esigenze e potenzialità. Quando noi amministratori ci poniamo nei confronti dei giovani e dell’ambiente che ci circonda, dobbiamo pensare a costruire una relazione forte tra voi e l’ambiente e queste sono occasioni importanti”.

Leggi anche

Terza giornata per l’Otranto Film Fund Festival – diversity edition

Fabio Iacolare

Bosa, ritrovata la carcassa di un cucciolo di stenella nella spiaggia di Turas

Fabio Iacolare

Ecco i sei finalisti del premio Bruno Lauzi: la finale il 25 luglio ad Anacapri

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.