Località di mare

A Genova continua il GOA BOA 2019: stasera Steve Hackett dei Genesis

Primo appuntamento di GOAZILLA!, il nuovo format del GOA BOA dedicato agli “intramontabili” della storia del rock

Si comincia con Steve Hackett, il celebre chitarrista dei Genesis che, per la prima volta in Italia, eseguirà integralmente “Selling England by the Pound”, l’album definitivo della band britannica.

Goa Boa, storico festival di musica indipendente, compie ventidue anni e ritorna al Porto Antico di Genova, nell’Arena del Mare, per nove serate di musica live in programma dal 5 al 21 luglio. Il festival, che quest’anno celebra i 50 anni dall’allunaggio, aggiunge un prezioso satellite alla schiera di stelle affermate ed emergenti dello spazio musicale: è Goazilla, il nuovo format dedicato agli “intramontabili” della storia del rock.

La novità 2019 prevede due date in calendario. Domenica 14 luglio si comincerà con Steve Hackett, il celebre chitarrista dei Genesis che, per la prima volta in Italia, eseguirà integralmente “Selling England by the Pound”, l’album definitivo della band britannica. Martedì 16 luglio saliranno sul palco dell’Arena del Mare i leggendari Jethro Tull di Ian Anderson.

Dopo il successo della prima parte del tour europeo 2019, Steve Hackett, il leggendario ex chitarrista deiGenesis, torna in Italia con quattro imperdibili live (Genova, Pordenone, Mantova, Firenze). Domenica 14 luglio Hackett inaugurerà il primo appuntamento di Goazilla, l’evento con cui Goa Boa festival rende omaggio alle leggende del rock.

Per la prima volta in assoluto, Steve Hackett eseguirà interamente l’album dei Genesis “Selling England by the Pound”. Uscito nel 1973, il disco ha subito conquistato la cima delle classifiche nel Regno Unito ed è stato descritto come “l’album definitivo dei Genesis”. Tra i brani più noti: Dancing with the Moonlit KnightFirth of FifthCinema Show e naturalmente I Know What I Like(In Your Wardrobe).

Il 2019 segna anche il 40° anniversario di uno degli album solisti più famosi di Steve HackettSpectral Mornings, cui verrà reso tributo con l’esibizione di alcuni brani. Non mancheranno gli intramontabili classici dei Genesis e alcuni brani tratti dal nuovo album “At The Edge of the Light”, pubblicato il 25 gennaio 2019.

Sul palco insieme a Steve Hackett ci saranno alcuni musicisti d’eccezione: Roger King (Gary Moore, The Mute Gods) alle tastiere; Craig Blundell (Steven Wilson) alla batteria e alle percussioni; Rob Townsend (Bill Bruford) al sax e al flauto; Jonas Reingold (The Flower Kings) al basso e chitarra, Nad Sylvan (Agents of Mercy) alla voce.

Leggi anche

Ecco i sei finalisti del premio Bruno Lauzi: la finale il 25 luglio ad Anacapri

Fabio Iacolare

Già la luna in mezzo al mare al Maschio Angioino per l’Estate a Napoli

Fabio Iacolare

Spirulina: il super alimento in produzione ad Acciaroli, in uno stabilimento all’avanguardia

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.