Località di mare

Genova, ecco tutti gli evento del Tricapodanno: tre giorni per salutare l’arrivo del 2020

Una lunga festa che occuperà le serate dei genovesi, dei turisti e degli ospiti della nostra città, dal 29 al 31 dicembre, con tre notti di musica declinata per tutti i gusti. Un “ingresso” nel 2020 con uno dei più lunghi party di fine anno di sempre.

Il Capodanno di Genova sarà, infatti, triplicato in altrettante serate che accontenteranno tutti i palati offrendo un programma di concerti vari e originali, che avrà inizio domenica 29 dicembre per proseguire fino alla notte di San Silvestro.

Piazza De Ferrari diventerà un palcoscenico all’aperto, per un’entusiasmante partenza in musica del 2020, con un continuo alternarsi di cantanti, musicisti Dj, youtuber e rapper.

Grazie al sostegno di Salini Impregilo, Iren ed Esselunga Genova potrà proporre ai suoi visitatori e ai genovesi una programma di festeggiamenti “no-stop”. L’evento è sostenuto anche attraverso proventi dell’imposta di soggiorno.

«Un Capodanno lungo tre giorni perché Genova va vissuta a lungo. Triplicando gli eventi di piazza di fine anno vogliamo triplicare anche le emozioni dei genovesi e, soprattutto, dare possibilità ai turisti di affacciarsi alla nostra città potendo vivere giorni ricchi di iniziative fino a tarda sera. – dichiara il sindaco di Genova, Marco Bucci – Il messaggio è: venite a Genova e troverete soddisfatte tutte le vostre esigenze, anche a livello artistico visto che ogni sera vengono proposti generi differenti. La città sta registrando numeri sempre più alti ogni volta che vengono promossi eventi che animano le piazze. Per questo TriCapodanno aspetto tutti in piazza a festeggiare l’arrivo di un 2020 che sarà importantissimo per tutti noi!»

Il tutto sarà diretto, animato e condotto da Alberto Pernazza, che molti ricorderanno nel gruppo degli Ex Otago, ora anche opinionista in radio e tv, dopo una lunga esperienza anche come trend-setter, esperto di moda, musica e costume insieme con Dj 7&8 del genovesissimo Giovanni Carrara come dj resident.

«Tre giorni di festa come questi a Genova e in Liguria non si erano mai visti – commenta Giovanni Toti, presidente regione Liguria – Dopo l’8 dicembre con la presentazione dei giochi di luce e il Babbo Natale gigante che racconterà, fino alla fine delle festività, quanto sono speciali la sua fabbrica dei regali e il Natale a Genova, con gli eventi di Capodanno la nostra città si qualifica a tutti gli effetti come una meta turistica anche fuori dalla stagione estiva, una città da vivere appieno per i suoi abitanti.

Musica, appuntamenti e cultura sono la marcia in più per la nostra regione, che si è lasciata definitivamente alle spalle la chiusura e il grigiore in cui era precipitata anni addietro, pronta ad accogliere i turisti 12 mesi all’anno ed è capace di essere attrattiva sempre.

I tanti appuntamenti del 29, 30 e 31 dicembre – aggiunge il governatore – vogliono portare in piazza tutta la nostra comunità, che è rimasta unita e non si è arresa di fronte alle tante difficoltà che hanno colpito la Liguria nell’ultimo anno e mezzo: adesso merita un momento di gioia e spensieratezza».

La tre giorni di “divertimento no-stop” inizierà domenica 29 dicembre con Giovanni Toti e Marco Bucci alle 20 per i saluti istituzionali per poi dare spazio ai Mates. Si tratta delgruppo di creator più seguito sul web, nato nel 2015 grazie all’incontro di Anima, St3pny, Surry e Vegas, vere e proprie star di internet a cui, nel 2018, si è unito Jayden, la mascotte umanoide con le sembianze di un panda, nel ruolo di produttore musicale.

Alle 22.00 sarà il momento della musica di Gabry Ponte, dj di fama mondiale oltre che produttore discografico e conduttore radiofonico, che anima dal 1993, con la sua musica, le discoteche italiane e non solo, scalando le classifiche dance nazionali e internazionali e vincendo premi prestigiosi nel campo discografico, tra cui diversi dischi di platino. Gabry Ponte ha collaborato e collabora con importanti artisti del panorama musicale: nel 1998 comincia la sua collaborazione con Maurizio Lobina e Jeffrey Jey (Gianfranco Randone) con i quali crea gli Eiffel 65, da cui si separerà nel 2005. Dagli anni Duemila sono usciti decine di singoli, oltre a una serie di raccolte con remix e tre EP, affermandosi grazie anche la vendita, ogni anno, di milioni di dischi.

Lunedì 30 dicembre alle 20, una giornata all’insegna di giovani protagonisti del mondo dello spettacolo come Awed e i suoi amici, un trio di giovanissimi youtuber che rispondono ai nomi di Simone Paciello, in arte Awed, youtuber, scrittore e attore italiano; Riccardo Dose, anche lui youtuber e attore italiano che ha fatto dell’ironia e della parodia i suoi caratteri distintivi; altro componente del gruppo è Amedeo Preziosi.

Il tris di giovani artisti sono tutti particolarmente famosi, amati e seguiti sul web dal pubblico più giovane: ad esempio Awed ha un canale che raccoglie2,2 milioni di iscritti con 588 milioni di visualizzazioni dei suoi video.

Altro youtuber, questa volta genovese, presente sul palco di De Ferrari sarà Cromo al secolo Matteo Cerisola, classe 1998. Ha iniziato quindicenne la sua avventura musicale aspirandosi ai primi rapper americani “old-school” e ha creato uno stile unico e originale che lo ha reso subito riconoscibile. Dopo vari riconoscimenti raccolti nel mondo stream, nel 2018 pubblica il suo album di esordio “Oro cromato” coinvolgendo amici e colleghi: Vegan Jones, Young Slash, Vaz Tè.

La serata prosegue, alle 22.00, con i Boomdabash, gruppo rap pugliese (il cui nome viene da boom da bash, “esplodi il colpo”) attivo già dal 2002 nel panorama musicaleitaliano. Negli anni i Boomdabash possono vantare prestigiose partecipazioni ai migliori festival reggae d’Europa e d’Italia, tra cui si ricorda il Rototom Sunsplash e l’Arezzo Wave e l’MTV New Generation Contest. Grazie a numerose collaborazioni con altri artisti come Fedez, Bluebeaters, Alessandra Amoroso, J-Ax, Sud Sound System, Alborosie e Gentleman continuano ad affermarsi nel panorama artistico italiano.

Ricordiamo nel 2018 “Barracuda”, con un featuring Fabri Fibra e Jake La Furia e “Non ti dico no”, con Loredana Berté e infine nel 2019, la band ha partecipato al Festival di Sanremo con la canzone “Per un milione”.

Nella sera di san Silvestro, martedì 31 dicembre, l’appuntamento della lunga notte di Capodanno sarà preceduto intorno alle 21, dai saluti istituzionali del presidente regionale Giovanni Toti e del sindaco genovese, Marco Bucci e di seguito sarà il momento, alle 21.30, del rapper Tedua vulgo Mario Molinari– nato nel 1994 a Cogoleto e cresciuto a Milano. Attivo dal 2014 dopo aver pubblicato in free download le sue canzoni, è del 2017 il suo primo progetto discografico distribuito da una major, nel 2018 l’album “Mowgli – il disco della Giungla” è primo nella classifica di vendita.

Lo show di Tedua, precede la vera punta di diamante della serata, con la festa che entrerà nel vivo alle 22.30 con un’artista del calibro di Giusy Ferreri che ha bisogno di poche presentazioni.

L’artista di origine palermitana è stata protagonista nel 2008 della I edizione del talent show italiano “X Factor”, questa esperienza le ha permesso di affermarsi in campo discografico con diversi EP e a partecipare a tre edizioni del Festival di Sanremo nel 2011, 2014 e 2017 rispettivamente con Il mare immenso, Ti porto a cena con me e Fa talmente male.

Nel 2015 la canzone “Roma-Bangkok”, in cui Giusy Ferreri duetta con Baby K, si afferma come tormentone dell’estate, cosa che si è ripetuta nel 2018, quando vince insieme a Takagi & Ketra, il Wind Summer Festival 2018 con Amore e capoeira.

Durante tutte le tre serate, nell’intervallo degli spettacoli, saranno trasmesse sugli schermi del palco alcune “pietre miliari” della storia del rock a cominciare, domenica 29, dal concerto di Woodstock del 1969, a seguire, lunedì 30, il film del 1971 dei Pink Floyd a Pompei e infine, martedì 31 dicembre, il concerto del 2016 dei Rolling Stones a Cuba.

La sera di san Silvestro offre ulteriori e molteplici possibilità di scelta a cominciare da:

STRADA NUOVA

Via Garibaldi, i palazzi dei Rolli, il museo di palazzo Bianco e palazzo Tursi presentano un programma vario e interessante.

La notte di Capodanno può iniziare dall’atrio del museo di palazzo Bianco, con “Pinocchio al museo”, un adventure game a metà tra il videogioco e la caccia al tesoro. Serve circa un’ora di tempo e uno smartphone per trovare i QR Code nascosti, risolvere gli enigmi disseminati nei palazzi ed effettuare scelte che modificheranno la storia di Collodi. Sarà un nuovo modo per vivere il museo, le partenze sono tre: alle 20.30; 22.00; 0.15.

Info: Bookshop Musei di Strada Nuova 010 2759185 Prenotazioni: www.happyticket.it

Nel quadro delle aperture straordinarie dei Palazzi dei Rolli per la notte di Capodanno aprirà anche quest’anno il palazzo Tobia Pallavicino, sede cinquecentesca della Camera di Commercio di Genova, in via Garibaldi 4. Dalle 21 all’una saranno aperti e visitabili liberamente l’atrio e il piano nobile, con la straordinaria bellezza della Sala Dorata con i celebri specchi, gli stucchi dorati e gli affreschi di Lorenzo De Ferrari.

Anche palazzo Nicolosio Lomellino, gioiello di proprietà privata di via Garibaldi 7, propone una giornata speciale per Capodanno alla scoperta di Bernardo Strozzi. Martedì 31 dicembre, dalle 10 alle 18 e dalle 21 all’una sarà possibile scoprire le opere e la carriera del prete genovese a cui è dedicata la mostra monografica “Bernardo Strozzi (1582-1644). La conquista del colore” festeggiando l’inizio del 2020 con un brindisi speciale. La mostra, con oltre quaranta opere, presenta anche circa 15 opere mai esposte e cinque inediti assoluti.

Per info e prenotazioni: 010 0983860 (orario lavorativo) – cell. 3938246228 (prefestivi/festivi). www.palazzolomellino.org

In più dalle ore 22 la via, gli atri dei palazzi e di Tursi saranno animati dalla “Tanto Grass Gang Band”, che proporrà cadenze jazz, pop e funk coinvolgendo il pubblico nella musica e nel ballo.

Dalle ore 23,30 brindisi e un benvenuto al 2020 nel cortile di palazzo Tursi e dopo la mezzanotte ancora musica sulle note del violino Vuillaume (liutaio prediletto da Paganini) di Andrea Cardinale, della chitarra Ramirez (appartenuta a Andres Segovia) di Josè Scanu e del flauto di Gaia Godani per ascoltare celebri brani di Nicolò Paganini e Gioachino Rossini arrivando al ‘900 con il tango classico e di Piazzolla con un occhio alla musica del cinema e un omaggio alla canzone classica e non solo.

PORTO ANTICO

La piazza delle Feste con vista sul Porto Antico si aprirà alle 22.00 (ingresso libero) a Calata Falcone Borsellino con l‘orchestra di Fiati della Città di Cinquefrondi e i suoi 50 elementi propongono un repertorio musicale di alta qualità che spazia dai brani classici di Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini fino ad arrivare a Enrico Morricone, Nicola Piovani e Leonard Cohen. La serata sarà presentata da Max Repetto con la partecipazione straordinaria di Andrea Carlini. Dopo il brindisi di mezzanotte il divertimento prosegue fino all’alba con uno scatenato DJ SET.

A piazzale Mandraccio si potranno trovare gli artisti della XIX edizione di “Circumnavigando – Festival Internazionale Circo Teatro – Fool Immersion” sotto il tendone da circo dalle ore 22 uno spettacolo unico fatto di acrobazie, teatro, danza e musica insieme alla Compagnia My Laika/Side Kunst Cirque (ingresso a pagamento).

Anche per più piccoli e le loro famiglie “La città dei bambini e dei ragazzi” nei Magazzini del Cotone dalle 21 resterà aperta tutta la sera con un programma di giochi, laboratori e animazioni speciali: uno stravagante scienziato accompagnerà i bambini alla scoperta dei cambiamenti climatici e del sempre più delicato equilibrio dell’ecosistema, mentre giocolieri ed equilibristi daranno il benvenuto ai partecipanti alla serata e introdurranno al colorato e festoso Circobus. (Ingresso a pagamento).

Non si può trascurare poi “SAN SILVESTRO SUL GHIACCIO” la pista di pattinaggio sarà aperta (ingresso a pagamento) dalle 22 alle 5 del 1 gennaio. Un Capodanno con tanta musica, luci e brindisi a mezzanotte.

PALAZZO DUCALE

Cultura, cena di gala e tante sorprese tra brindisi e festeggiamenti in uno dei cuori pulsanti del turismo cittadino. Palazzo Ducale si apre alla città e le sue mostre saranno visitabili fino 2 per festeggiare l’ultima notte dell’anno all’insegna dell’arte e della bellezza.

In più “Aspettando gli Anni Venti” esattamente un secolo dopo, un cenone in stile e con l’accompagnamento della Genova Swing Band e naturalmente la mostra “Anni Venti in Italia”.

E’ prevista anche l’accoppiata visita alla mostra “Anni Venti in Italia” e brindisi di mezzanotte con spumante, panettone e mandarini nel Loggiato del Cortile Maggiore di Palazzo Ducale.

Anche per gli appassionati di Hitchcock e Banksy ci sono varie possibilità, per chi vuole trascorrere un Capodanno originale all’insegna dell’arte: la serata si snoderà tra Buffet & Drink nella sala del Fondaco di Palazzo Ducale e le mostre “Il secondo principio di un artista chiamato Banksy” e “Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures”. Una serata esclusiva, con locale dedicato, buffet e brindisi di mezzanotte oppure spumante, panettone e mandarini sempre nel Loggiato del Cortile Maggiore di Palazzo Ducale.

Leggi anche

Corigliano Rossano, Schiavonea paese del pesce al consumo

Redazione

Amalfi. La storia vera della città diventa spettacolo stabile itinerante

Fabio Iacolare

Acquario di Livorno, al via la rassegna teatrale Raccontidamare

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.