Nautica Sport

America’s Cup 2024, American Magic ci sarà: “Protocollo ambizioso”

america's cup magic

“Gli obiettivi generali delineati in questo Protocollo, in termini di aiutare l’America’s Cup ad aprirsi a nuove squadre, aumentarne la visibilità, migliorare le regate, includere velisti donne e aumentare la sostenibilità, sono obiettivi che American Magic sostiene assolutamente”. Pensieri e parole di Doug DeVos, co-fondatore e Team Principal di American Magic, il quale annuncia che gli statunitensi guardano con favore al protocollo con le nuove regole dell’America’s Cup 2024 e sono pronti a iscriversi alla prossima competizione.

“Parteciperemo all’America’s Cup, favorevoli al regolamento”

“Il nostro team prevede di competere all’America’s Cup numero 37 e, come parte di questo processo, continuiamo a studiare il prossimo evento”, dichiara DeVos. Insomma, la marcia verso la 37a Coppa America è ormai ufficialmente iniziata.




Dopo il rilascio del protocollo e le regole riviste della classe AC75 il 17 novembre,  American Magic spende parole favorevoli per un regolamento “innovativo, che prevede l’introduzione anche di team femminili”,  stilato dal Defender Emirates Team New Zelanda e dal Challenger of Record, INEOS Britannia. “Rimangono sconosciute la sede di gara e le date della regata, ma l’uscita del Protocollo e della Regola di Classe è decisamente benvenuta” sottolinea ancora DeVos.




E mentre si attende di conoscere la location della prossima America’s Cup, che sarà svelata nel marzo del 2022, i team affilano le armi, per non rimanere indietro. Terry Hutchinson (Annapolis, Md.), Presidente di Sailing Operations e Skipper per American Magic non ne ha fatto mistero: “Fortunatamente, non siamo rimasti fermi mentre aspettavamo. Grazie al supporto dei nostri responsabili, il nostro team di progettazione e il nostro personale operativo hanno gettato le basi per la nostra prossima campagna”.

POTREBBE INTERESSARTI: America’s Cup, l’ironia di Checco Bruni: “Finalmente il protocollo, ma…”

“Ci sono già molte cose sui documenti che ci piacciono, ma in tutto si tratta di circa 200 pagine di informazioni e stiamo ancora scavando” ha aggiunto Hutchinson. “Manteniamo anche una mente aperta su alcuni degli aspetti più ambiziosi del piano proposto da ETNZ e INEOS. Vogliamo che l’AC37 sia un evento competitivo e di successo e speriamo che tutti i team possano lavorare insieme per realizzarlo”.

 

Seguici su Facebook e resta aggiornato – Clicca qui

 

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Oristano ospiterà il primo mondiale di Formula kite

Redazione

Al Blue District di Genova fa tappa Nowtilus-Sea innovation hub

Redazione

Grotte di Pastena, Collepardo e Pozzo d’Antullo: gli eventi del weekend

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.