Viaggi e stili di vita

Giugliano in Campania, Sito archeologico di Liternum: parte il servizio di vigilanza h24

Da oggi l’area archeologica di Liternum, in località Lago Patria, nel comune di Giugliano in Campania, sarà sottoposta a vigilanza giorno e notte, tutti i giorni, ad opera della Città Metropolitana di Napoli. Saranno effettuate ronde cadenzate, con orari non ripetitivi e sempre diversificati, anche nei giorni festivi. Ad occuparsi dell’attività il personale del servizio di vigilanza di Armena Sviluppo, società interamente partecipata dall’Ente di Piazza Matteotti.

Ad annunciarlo il Consigliere Metropolitano Delegato alla Valorizzazione Lago Patria, Rosario Ragosta. “Sono veramente lieto di annunciare – ha affermato il Consigliere – che, in accoglimento della mia proposta, la Città Metropolitana abbia disposto il servizio di vigilanza e controllo del sito, che rientra così di diritto nelle priorità strategiche della programmazione dell’Ente”.

“Passo dopo passo – ha continuato Ragosta – stiamo valorizzando un’area fino a pochi anni fa completamente abbandonata. Liternum sta diventando davvero il simbolo del lavoro che la Città Metropolitana, su impulso del Sindaco Luigi de Magistris, sta compiendo sul suo patrimonio storico, artistico e culturale: non limitare la promozione solo ai siti più famosi come Pompei, Ercolano, la stessa Napoli, Sorrento o le Isole, ma far emergere tutte le bellezze di cui il nostro territorio è ricco. Basti pensare che la passeggiata in realtà virtuale immersiva nel sito di Liternum proposta dalla Città Metropolitana di Napoli è stata l’attrazione principale di tutto il WTE, il Salone Mondiale dei Siti UNESCO tenutosi a Roma lo scorso fine settembre”.

“Con l’area archeologica giuglianese – spiega Ragosta, che è anche Consigliere del Comune di Giugliano – abbiamo iniziato prima con la pulizia degli spazi, abbiamo proseguito con il restauro della Colonna Anastilosi e degli altri reperti, oggi disponiamo il servizio di vigilanza e stiamo per partire con l’apertura al pubblico del sito. Il progetto è pronto, aspettiamo solo l’imminente confronto con il Parco Archeologico dei Campi Flegrei per far partire il bando, per complessivi 300mila euro, per la realizzazione del percorso didattico, dell’illuminazione diurna e notturna e del percorso di luce, della cartellonistica, insieme con la recinzione completa del sito”.

“Tutto ciò – conclude il Consigliere Delegato – si va ad aggiungere al piano di Valorizzazione di Lago Patria che prevede, a 700 metri dal sito archeologico, la realizzazione del primo Polo Naturalistico Metropolitano su un terreno in Via Staffetta: oltre 35mila mq di verde che la Città Metropolitana metterà a disposizione della cittadinanza per attività didattiche, scientifiche e di svago all’aria aperta”.

Soddisfazione per il servizio di vigilanza su Liternum è stata espressa anche dal Consigliere Delegato ai Lavori Pubblici, Nicola Pirozzi: “Con questo atto la Città Metropolitana, anche grazie alla spinta dei Consiglieri del territorio, dimostra grande attenzione all’area giuglianese”.  

Leggi anche

BrauBeviale 2019: toccare con mano l’universo della birra

Fabio Iacolare

Nel Porto di La Spezia la nave da crociera per la comunità Lgbt

Fabio Iacolare

L’autunno scalda il cuore al Weihrerhof sulle rive del Lago di Costalovara

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.