Località di mare

Napoli, sott’acqua tunnel e percorsi degli antichi coloni Greci

Tagliate nel tufo davanti l’isolotto di Megaride, a Castel dell’Ovo, a 4 metri di profondità, identificate strutture archeologiche realizzare dall’uomo, legate quasi certamente alla colonizzazione greca di Napoli: nell’area antistante via Parthenope si è rilevato un tracciato stradale tagliato nel tufo con ancora le tracce dei carri; un taglio semicircolare e un varco largo circa 36 m sempre intagliati nel tufo.

Leggi anche

Cagliari, SVolta verso una città più sostenibile

Fabio Iacolare

Puglia, confronto sul “Manuale delle regole” da adottare nella Fase 2

Fabio Iacolare

Nautica, i porti turistici della Sicilia al Boot Dusseldorf 2020

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.