Nautica Sport

The Ocean Race, Team Malizia domina i mari del Sud e vince la Leg 3

team malizia leg 3

Dopo 35 giorni di navigazione, Team Malizia diventa il nuovo re dei mari del Sud e vince la Leg 3 di The Ocean Race, la tappa più lunga dell’intera storia della regata.

“Possiamo perdere solo se commettiamo un grande errore”, ha commentato così Boris Herrmann, skipper di Team Malizia, che si era espresso sulle chance di vittoria nella serata du sabato 1 aprile, a poche ore dalla conclusione e dopo aver finalmente ottenuto un insperato vantaggio su Holcim-PRB.

I momenti più importanti per Team Malizia nella Leg 3

L’imbarcazione tedesca, che non aveva gestito nel migliore dei modi la seconda tappa, questa volta non ha lasciato spazio a colpi di scena. L’equipaggio, infatti,  è stato impeccabile e si è aggiudicato la maestosa terza tappa, la cui lunghezza (12750 miglia nautiche) rappresenta un record.

Team Malizia ha tagliato per primo il traguardo alle 7,20 italiane di domenica 2 aprile. L’equipaggio è arrivato a Itajaì, in Brasile, interrompendo l’imbattibilità di Holcim-PRB, che ha dominato le prime due regate. Team Malizia con 14 punti sale da solo al 2° posto, a -5 dall’imbarcazione di Kevin Escoffier, che ha chiuso seconda in Brasile. Con altre 4 regate da disputare, la corsa al titolo è ancora aperta.

Per l’equipaggio di Escoffier non pochi drammi prima del traguardo, con l’equipaggio che è incappato venerdì notte in una buriana di 50 nodi che ha creato problemi al pilota automatico e ha strappato un fiocco e danneggiato una randa. Il team ha perso così quelle 5 ore fondamentali che sono andate a vantaggio di Herrmann.

LEGGI ANCHE: Genova Sailing Week, i risultati della terza edizione

Il team tedesco ritrova il suo leader, assente nella seconda tappa per un’ustione, e raggiunge la vittoria. Una partenza che ha portato diversi problemi ad alcune imbarcazioni, come Biotherm e 11th Hour Racing Team, ma non a Team Malizia. I tedeschi perderanno una vela, caduta in acqua, nei giorni successivi, riuscendo però a recuperare terreno e tagliare il traguardo volante per secondi, mettendo da parte 4 punti fondamentali per la classifica.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Trofeo Sant’Agata di vela, a Catania la veleggiata per la santa patrona

Redazione Sport

Il Made in Italy sbarca a Dubai con Tecnomar EVO 120 di TISG

Claudio Soffici

Vela, ad Ostia il Campionato Italiano Giovanile Under 17

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.