Località di mare Viaggi e stili di vita

Montenero di Bisaccia: la rivincita degli sport velici sulla costa del Molise

montenero di bisaccia

Montenero di Bisaccia è un paese non propriamente noto nei principali circuiti turistici ma che da diversi anni registra un notevole aumento dei vacanzieri. Gli sport velici sono uno dei perni della promozione turistica grazie alle varie attività in mare. Dal wind surf al kite al giro in barca. Per gli amanti del mare, della tranquillità, della buona cucina e della vela, Montenero è il posto giusto.

di Donato Giannini

Anche noto per aver dato i natali all’ex pm di Mani Pulite Antonio di Pietro, Montenero di Bisaccia è il primo o l’ultimo paese del Molise sulla costa molisana nella provincia di Campobasso a seconda di come si voglia guardare. La prospettiva comunque è che dall’Abruzzo alla Puglia ci sono 30 km di spiaggia tutta molisana e quattro paesi che ne amministrano il territorio.

È il tratto costiero del Molise e delle località di Campomarino, Termoli, Petacciato e Montenero di Bisaccia. Da Sud quindi Montenero di Bisaccia è l’ultima delle quattro. A Nord, da Vasto, altra nota località marittima abruzzese, passando per San Salvo, si impiegano circa 30 minuti di macchina per arrivare in Molise, appunto a Montenero di Bisaccia, paese questo di cui ci occuperemo nella nostra rubrica di località di mare.

Geografia e storia di Montenero di Bisaccia

273 metri sul livello del mare, su una collina di tufo che guarda il mare e dal quale prende il nome il paese, appunto Monte nero. Un comune che conta circa 6000 abitanti, posizionato nel lembo di terra che confina con l’Abruzzo, con la vicina San Salvo e che si conclude alla foce del fiume Trigno.




Caratterizzata da inverni miti e da estati secche e calde, circondata da colline e campi coltivati, vigneti, in uno scenario che evoca pace e tranquillità, Montenero si sviluppa dalla collina al mare per non farsi mancare niente. Una storia che risale al neolitico e che ha attraversato il Medioevo tra incursioni e conquiste e arrivata fino a oggi mantenendo molte delle caratteriste passate, nonostante le devastazioni. Il ruolo di Montenero di Bisaccia nella storia non passa inosservato: da rifugio per gli abitanti durante le invasioni barbariche per le sue grotte arenarie, a feudo di grandi casate europee.

Ambiente, natura e cultura

calanchi montenero di bisaccia
I calanchi di Montenero di Bisaccia

Se c’è un luogo che gli abitanti del posto adorano, è sicuramente il Parco dei Calanchi. Un luogo suggestivo, impregnato di storia. I Calanchi sono delle formazioni rocciose createsi con l’erosione dell’acqua situate alle spalle del Santuario della Madonna di Bisaccia, il luogo religioso più importante del paese.

Ed è proprio da questa chiesa che parte un percorso ideale per passeggiate immersi nella natura perché è stato creato un sentiero che, partendo dal santuario, porta, poco fuori il centro abitato, nella zona arenarie dei Calanchi, alla grotta della Madonna di Montenero, il cui ingresso è costellato di conchiglie fossili. Altro punto di interesse, fra la collina e il mare, la torre di Vialante, in contrada Montebello. Questo luogo ha un’incredibile panorama mozzafiato su tutta la vallata. La coltivazione di lavanda e gli agriturismi sorti nelle vicinanze, rendono il tutto un’esperienza unica.

Da sapere: Leggenda vuole che un contadino vide apparire la Madonna e corse a casa a dipingerla. Quel quadro è tuttora conservato nel santuario, mentre nelle grotte si può ammirare una copia.

Cosa fare a Montenero di Bisaccia: tra mare, spiaggia e sport velici

Passeggiare all’aria aperta tra i vicoli e respirare l’aria di mare, ammirare i tramonti e pernottare in un B&b al centro o in un albergo in sul lungomare. Organizzarsi un percorso o godere delle spiagge. Montenero ha molte cose da proporre.




Per gli amanti del mare, nei pressi del porto turistico marina Sveva, è possibile praticare wind surf e kite surf, sup, vela d’altura e passeggiate in barca a motore. Attività, quelle sportive veliche, che hanno avuto un vero e proprio exploit negli ultimi anni, anche durante il periodo del Covid-19, come racconta Gianluca Ciffolilli di “In Vela con Noi”, associazione affiliata FiV (Federazione Italiana Vela).

“Da due anni nelle carte nautiche: oggi tutti si fermano a Marina Sveva”

E pensare che fino a un paio di anni fa, il porto Marina Sveva non era inserito nelle carte nautiche, ricorda Ciffolilli. “Negli ultimi tempi la nautica da diporto sta prendendo piede – rivela – Persino nel periodo del Covid 19 si è registrato un incremento di acquisti di barche e il mercato si è inaspettamente movimentato di più”. Diportisti, ma anche appassionati di sport velici, che provengono da un po’ tutte le regioni: alcuni di passaggio, sulla rotta delle Tremiti. Altri invece che ormai conoscono la bellezza del porto turistico di Montenero di Bisaccia e si fermano a Marina Sveva. “Tutto è nato da quando il porto marina di Sveva è stato inserito nelle carte nautiche – afferma Ciffolilli – Da allora si fermano in molti a praticare sport o semplicemente a godersi l’ormeggio nel porticciolo. Prima l’unico porto conosciuto del Molise era quello di Termoli: oggi invece Montenero è una delle tappe preferite da chi va in barca”.

Spiagge e macchia mediterranea per il relax estivo

montenero di bisaccia spiagge
Una veduta di Marina di Montenero di Bisaccia

Non solo diporto, ma anche pieno relax in riva al mare. A nord della cittadina molisana è possibile trovare spiagge libere con le dune e la macchia mediterranea, mentre sull’altro versante, i lidi con tutti i servizi ne fanno da padroni con la loro movida in quel tratto di mare che si chiama Costa Verde.

Infine, non si può non citare la gastronomia del posto: primo fra tutti c’è un prodotto tipico di cui gli abitanti vanno fieri: la ventricina. Al salume si aggiunge un’altra prelibatezze molisana che a Montenero trova una sua ottima espressione. Stiamo parlando dei cavatelli.

LEGGI ANCHE: Isole Tremiti, tutto quello che c’è da sapere sull’arcipelago del Gargano

La pandemia sta facendo riscoprire luoghi finora poco frequentati. Montenero di Bisaccia ha tutte le caratteristiche per proporsi per un turismo lento e di qualità, con costi contenuti e la possibilità di muoversi anche nelle zone limitrofe. Un piccolo paese tra mare e collina a cui forse non manca niente. Forse solo la consapevolezza di ciò che si ha.

 

Leggi anche

Irene Furlan, classe 1938, l’influencer “diversamente giovane”

Fabio Iacolare

Napoli, alla Biblioteca Nazionale presentazione del libro “Luna rossa” di Massimo Capaccioli

Fabio Iacolare

Flamigni, Una Dolce Pasqua di Solidarietà

Fabio Iacolare

1 commenti

Montenero di Bisaccia sulla rotta degli skipper italiani: "Fino a qualche anno fa non era nelle carte nautiche, è la rivincita del mare del Molise - News Della Valle 8 Febbraio, 2021 at 6:00 pm

[…] dal giornale di settore, che ha dedicato un focus alla cittadina molisana, Ciffolilli ha raccontato che Montenero di Bisaccia, borgo e porto fino a qualche anno fa […]

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.