Nautica News dal mare Video nautica

Il video della collisione in mare tra una nave della Sea Shepherd e una barca di pescatori di frodo

video sea shepherd collisione in mare

Non è stata una bella chiusura d’anno per la l’organizzazione ambientalista Sea Shepherd, impegnata da anni nella protezione delle balene e dell’ambiente marino. Il 31 dicembre la loro nave Farley Mowat, nel Golfo della California in Messico, è stata attaccata con lancio di pesi di piombo e bottiglie molotov da alcuni pescherecci (in Messico noti come panga).  

La nave della Sea Shepherd stava rimuovendo una rete da posta all’interno dell’area di tolleranza zero del Santuario della Vaquita, tratto di mare protetto dal governo federale del Messico. Queste reti sono illegali e mettono in serio pericolo la vita della vaquita, la focena endemica i cui ultimi esemplari rimasti sono meno di 20 e si trovano proprio nel Santuario della Vaquita.

L’attacco alla nave ambientalista e la collisione tra le barche

L’attacco dei pescatori di frodo è partito intorno alle 7 del mattino ora locale. La Farley Mowat, supportata anche dai militari messicani a bordo, ha messo in atto una serie di manovra diversive per sottrarsi agli attacchi.




Uno dei panga però ha sterzato e si è schiantato a forte velocità contro la nave della Sea Shepherd.

L’equipaggio della nave ambientalista ha prestato subito soccorso ai due uomini sul panga finiti in mare. Per uno di loro però non c’è stato niente da fare. Quello del 31 dicembre è solo l’ultimo di una serie di attacchi che la nave Farley Mowat ha subito nelle scorse settimane. Prima di quest’ultimo episodio, nonostante il lancio di molotov, coltelli e pesi di piombo da parte dei panga non c’erano mai state vittime, né feriti gravi.

Leggi anche

Traghetti: Grimaldi lancia il collegamento Palermo-Cagliari

Redazione

Lürssen Yachts è partner del progetto 50 Sustainability Climate Leaders

Redazione

Pesca: bando per aiutare le imprese della Sardegna danneggiate dal Covid

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.