Nautica Sport

Celestial restituisce un Trofeo per un’irregolarità alla Sydney-Hobart

Rolex Sydney-Hobart

Uno dei Trofei ottenuti da Celestial, barca che ha ottenuto la vittoria generale alla Rolex Sydney-Hobart Race, è stato restituito a causa di un’illegalità nella configurazione delle vele.

La vittoria nella classe ORCi è stata annullata giovedì dal Cruising Yacht Club of Australia, con il premio che andrà cosi a Gweilo.




Seconda penalizzazione per Celestial alla Sydney-Hobart

La questione è emersa a Sydney quando il club ha pubblicato una fotografia della regata, che mostrava inavvertitamente Celestial che navigava con uno spinnaker e un fiocco volante più piccolo. Si tratta di una configurazione delle vele illegale secondo le regole ORCi, ma non secondo le regole dell’altro sistema di handicap, IRC.

Lo skipper di Celestial Sam Haynes, che è il vice commodoro del Cruising Yacht Club of Australia ha informato il club all’inizio di gennaio di aver ritirato la barca da quella classe dopo aver notato di aver infranto le regole per quella handicap. Il club ha rimosso la barca dal sito web nella tarda serata di giovedì, giorni dopo essere stato informato.

LEGGI ANCHE: La prima giornata del Trofeo Marcello Campobasso

È il secondo anno consecutivo che Celestial viene privato degli onori dal club, dopo essere stato penalizzato nel 2021 a seguito di un incidente di sicurezza radiofonica. “Abbiamo esaminato la questione e deciso che avevamo violato le regole, e ci siamo ritirati”, ha detto Haynes. “È stato dopo la presentazione dei premi, dopo un paio di giorni”. “Alla fine, il club dovrà esaminare da vicino se valga la pena ottenere due certificati. Possono verificarsi cambiamenti poco noti tra questi due”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

In Costiera Sorrentina nasce l’iniziativa turistica “Torna a Surriento”

Redazione

Canottaggio, ai mondiali di Coastal Rowing ad Hong Kong: tre medaglie per l’Italia

Fabio Iacolare

Checco Bruni vince il Campionato Italiano Moth, Tita secondo. Australiani dominano l’Open

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.