Nautica Sport

Giancarlo Pedote pronto per la Guyader – Bermudes 1000 Race

giancarlo pedote

Giancarlo Pedote e il suo team tecnico hanno lavorato duramente per essere presenti allo start della prima regata del Campionato IMOCA Globe Series 2022, ovvero la Guyader – Bermudes 1000 Race. Una regata importante, durante la quale il navigatore fiorentino punterà numerosi obiettivi, tra cui quello di validare le modifiche apportate alla sua imbarcazione, qualificarsi per la Vendée Arctique – Les Sables d’Olonne e per la Route du Rhum – Destination Guadaloupe, oltre ad accumulare miglia preziose per la selezione al Vendée Globe 2024.

Giancarlo Pedote: “Grazie alla squadra per il lavoro svolto”

Una regata da non perdere, come ha affermato lo stesso Pedote: “Abbiamo realizzato una vera operazione commando per riuscire a rispettare i tempi che ci eravamo prefissati. Abbiamo vinto la scommessa arrivando pronti al varo di mercoledì 27 aprile e di questo ringrazio tutta la mia squadra per l’incredibile lavoro svolto. Rispettare i tempi non è stato facile e ha richiesto grandi sforzi da parte di tutti, sforzi che mi hanno permesso di essere presente alla partenza della Guyader – Bermudes 1000 Race”.




L’IMOCA Prysmian è stato infatti sottoposto a importanti modifiche. Oltre a sostituire sei metri della prua con una che meno volume ed una lunghezza di galleggiamento inferiore, al fine di migliorare le performance nelle navigazioni in condizioni di mare incrociato tipiche in un giro del mondo, Giancarlo Pedote ha deciso di installare un nuovo bompresso, un nuovo punto di mura del J3 e di cambiare il Nomex (fibra sintetica ad alte prestazioni) per anticipare l’installazione dei nuovi foil entro il 2023. Dopo i test, è ora il momento della verità: “Dopo il varo e il test a 90°, abbiamo fatto due uscite tecniche in mare. Tutto è andato bene. Questa prima prova sarà l’occasione per scoprire nuove sensazioni in navigazione dopo le modifiche e di validare e verificare che tutto funzioni correttamente anche in assetto da regata, quando si schiaccia il piede sull’acceleratore. Parto concentrato al massimo, anche se il mio obiettivo principale sarà ottenere le qualifiche per la Vendée Arctique – Les Sables d’Olonne e la Route du Rhum – Destination Guadalupe, in programma rispettivamente a giugno e a novembre”, ha concluso lo skipper toscano.

LEGGI ANCHE: A Roma la Gara Nazionale degli Istituti Tecnici Nautici all’ITTL Colonna

Per la Guyader – Bermudes 1000 Race, partenza prevista da Brest domenica 8 maggio alle 14:00 per la terza edizione di questa prova in solitario che prevede un percorso di 1200 miglia che include un passaggio al Fastnet, situato al largo della punta sud-ovest dell’Irlanda, il passaggio di una coordinata posizionata a nord-ovest di Cap Finisterre (“Waypoint Gallimard”, in onore della casa editrice francese che anche quest’anno ha raccolto testi scritti dai navigatori, tra i quali Pedote) e il ritorno a Brest. Il senso del percorso verrà determinato il giorno prima della partenza in funzione delle condizioni meteorologiche. In competizione, 24 IMOCA tra cui quello condotto da Giancarlo Pedote, che sarà l’unico a sfoggiare la bandiera italiana.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Pasqua all’insegna del Nacra al Windsurfing Club di Cagliari

Redazione

Amer Yachts e il premio “Women Value company” dell’Intesa Sanpaolo e Fondazione Bellisario

Davide Gambardella

Ruggero Tita: “Rinunciare a Luna Rossa scelta difficile, ma ora sono concentrato sulle Olimpiadi”

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.