Nautica Sport

Campionato Italiano Vaurien, tre giorni di vela in vista dei mondiali

Campionato Italiano Vaurien

Per tre giorni Rosignano è diventata capitale della vela, grazie al Campionato Italiano Vaurien, organizzato dal Circolo Canottieri Solvay, su delega della Federazione Italiana Vela e co-organizzato dal Circolo velico Pietrabianca di Vada.

La kermesse, partita venerdì 4 settembre e che si conclude oggi nelle acque antistanti il Circolo che ha organizzato l’evento, ha visto partecipare una trentina di barche, quattro delle quali con equipaggi femminili, e altri Juniores, Master e Super master.

Campionato Italiano Vaurien, regata per la ranking list dei Campionati del Mondo

La regata tricolore è la seconda delle 5 valide per ottenere punti per la ranking list 2020 ai fini della qualificazione al campionato del Mondo che si terrà in Francia a luglio 2021; la prima ha avuto luogo nel mese scorso presso il Circolo Amici Velici Vigna di Valle (Anguillara Sabazia, Roma). Gli sponsor sono Avis, Pasticceria Baldini, cantiere Faccenda hotel Costa Verde, dove pernotteranno atleti e accompagnatori.

Anche quest’anno gli organizzatori hanno voluto unire agli Italiani il Trofeo Gianfranco Migone (oggi alla quinta edizione) nel ricordo di chi ha portato in Italia questo tipo di barca disegnata dall’architetto francese Jean Jacques Herbulot (1909-1997) nel 1951, e solo nel 1962 il primo Vaurien in legno scese in acqua voluto fortemente dall’appassionato di vela Migone e costruito dal maestro d’ascia d’altri tempi, artista del legno Luciano Gavazzi.

LEGGI ANCHE: Domenica 6 settembre torna la Regata Storica di Venezia: ecco le misure di sicurezza

Un primato che è rimasto a Rosignano, dove continua a costruire Vaurien (in vetroresina) il cantiere Faccenda, ancora uno dei più qualificati costruttori mondiali di questa barca, che nel tempo ha migliorato le prestazioni ed ha ancora un gran seguito tra velisti affermati. L’ingegnere chimico Gianfranco Migone De Amicis (1922-2014), di famiglia genovese, assunto in Solvay si trasferì qui nel 1947, rimanendovi fino al 1966, quando fu trasferito a Milano; a Rosignano nacquero i suoi tre figli Agostino, Carlo e Giacomo.

Sotto la guida dei giudici di regata (Gavazzi, Benucci e Scognamiglio) le regate termineranno nella giornata clou di oggi, domenica 6 settembre, e la premiazione verrà fatta effettuata appena possibile al termine della manifestazione nella storica rotonda dei Canottieri Solvay.

Leggi anche

Regata nazionale 29er: “Un weekend che ha unito l’Italia nel nome della vela”

Fabio Iacolare

Fase 2, il Coro Lirico Siciliano virtuale canta ‘O sole mio

Fabio Iacolare

Vendée Globe, tre riparazioni all’anemometro per Pedote

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.