Nautica Sport

Soldini e Maserati partiti per la RORC Transatlantic Race 2023

rorc transatlantic race 2023

Partita domenica 8 gennaio alle ore 14.00 UTC/ora locale (15.00 ora italiana) l‘edizione 2023 della RORC Transatlantic Race, regata organizzata dal Royal Ocean Racing Club in collaborazione con Calero Marinas, International Maxi Association e Yacht Club de France.

Maserati Multi70 e le altre 20 imbarcazioni in gara hanno tagliato la linea di partenza in due flotte scaglionate (alle 14:00 UTC/ora locale i multiscafi, alle 14:10 UTC/ora locale i monoscafi) davanti ad Arrecife con un vento da Nord Est, intensità 8 nodi.




In cerca del record alla RORC Transatlantic Race 2023

Al via da Puerto Calero a Lanzarote, le barche percorreranno un percorso di 2995 miglia superando le Canarie e navigando attraverso l’oceano Atlantico fino all’isola di Grenada, nei Caraibi orientali. “Oggi è la giornata più critica per noi perchè alla partenza ci sarà poco vento e potrebbero esserci buchi di vento anche importanti a sud di Lanzarote.” ha commentato Giovanni Soldini a pochi minuti dalla partenza. “Siamo destinati a soffrire un po’ le condizioni nelle prime ore, ma da questa notte in poi cominceremo a entrare nell’Aliseo, la regata diventerà veloce e anche i nostri foil smetteranno di essere un problema e anzi speriamo si trasformino in un vantaggio”.

Ai blocchi di partenza, oltre a Maserati Multi70, i diretti rivali del team italiano: Snowflake (ex Phaedo3) che unisce a bordo Brian Thompson e Gavin Brady, e Zoulou con Ned Collier Wakefield e Loick Peyron. La sfida vede le barche a caccia del record di velocità di 5 giorni, 22 ore, 46 minuti e 03 secondi, stabilito dal MOD70 Phaedo3 di Lloyd Thornburg nel 2015.

“Rispetto agli avversari,” ha proseguito Soldini “Snowflake, con due metri in più di albero e bompresso più lungo, navigherà con un angolo più aperto e sarà in grado di scendere di più nell’Aliseo, hanno più vele e le condizioni lo favoriscono; e anche Zoulou con Peyron sarà pericolosa, hanno dei tip sui foil che sono efficienti e permettono alla barca di raggiungere medie molto alte in poppa. Entrambi gli equipaggi rivali inoltre hanno un livello altissimo, sarà senza dubbio una regata combattuta ma noi come sempre venderemo cara la pelle”.

Alle 8 UTC di lunedì 9 gennaio, Maserati Multi70 ha recuperato le poche miglia di svantaggio che aveva sui suoi avversari: Giovanni Soldini e il suo equipaggio sono impegnati in un testa a testa con Zoulou in Atlantico, Snowflake all’inseguimento a meno di 3 miglia di distanza. I tre trimarani stanno navigando a circa 23 nodi di velocità in direzione sud-ovest.

LEGGI ANCHE: Thomas Colaizzi vince il Trofeo Marcello Campobasso 2023

Giovanni Soldini, a bordo di Maserati Multi70, è accompagnato da 6 velisti professionisti: Guido Broggi (ITA), Oliver Herrera Perez (ESP), Matteo Soldini (ITA), Francesco Pedol (ITA), Lucas Valenza-Troubat (FRA) e Francesco Malingri (ITA).

Per Giovanni Soldini e tutto il team di Maserati Multi70, la regata transoceanica segna l’inizio di una nuova stagione di grandi prove sportive in giro per il mondo; di importanti sfide tecniche come la messa a punto del sistema full electric; e di programmi di salvaguardia dell’oceano come il monitoraggio della superficie marina grazie alla Ocean Pack, la macchina che da bordo misura temperatura, salinità e CO2 lungo le rotte del trimarano.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Boot Düsseldorf 2022: dal 22 al 30 gennaio 13 spazi espositivi per la nautica

Redazione

Sanlorenzo Yachts: stabili i ricavi nei 9 mesi di vendita, conferma outlook

Davide Gambardella

Liberi nel Vento, i timonieri della classe 2.4mR al Trofeo Carpaneda

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.