Nautica News dal mare

Il superyacht 007 affondato in Grecia, ipotesi malfunzionamento GPS

superyacht 007

Come il noto agente segreto del cinema, si chiamava 007 il superyacht lungo 48 metri circa colato a picco nella notte del 6 settembre al largo dell’isola greca di Kythnos. L’allarme è stato lanciato dagli stessi passeggeri intorno alle 23, a seguito dell’incidente con gli scogli che hanno fatto imbarcare acqua allo 007, iniziando a sommergere le cabine di lusso per prime.




Anche un eliporto nel superyacht 007

Messo in salvo l’equipaggio oltre ai cinque passeggeri, che si trovavano a bordo dello yacht: questi sono stati subito soccorsi dalla guarda costiera greca. Le autorità locali sono ora al lavoro per fare luce sulle cause dell’incidente: stando ad una prima ricostruzione, il tutto sarebbe da ricondurre ad un malfunzionamento del gps, che avrebbe portato lo skipper a navigare vicino a riva, in una zona dal fondale basso. Di seguito il video come riportato dal Corriere.

“Sembra che non ci siano perdite di gasolio o danni all’ambiente”, ha affermato la polizia greca che ha comunque predisposto barriere antinquinamento in caso di fuoriuscita di carburante.

LEGGI ANCHE: Campionati giovanili in doppio, il meteo non ferma la seconda giornata di regate

Il megayacht di lusso 007 disponeva di un eliporto e di cinque cabine, di cui una master suite, e poteva ospitare a bordo fino a dieci persone: inoltre, era dotato da due motori Caterpillar e di uno scafo in acciaio con sovrastruttura in alluminio, che non hanno comunque impedito l’inabissamento per metà. La barca batteva bandiera britannica ma era di proprietà di un cittadino svizzero, il cui nome resta al momento riservato. 007 era stato prodotto nel cantiere navale turco di Aegean Yacht di Bodrum ed era stato consegnato al suo armatore nel 2006.

Leggi anche

Torna Seacily, il Salone della Nautica di Palermo: oggi la presentazione

Redazione

Palermo primo porto italiano vetrina dell’archeologia e della cultura

Fabio Iacolare

RoundItaly, primi iscritti: sono tre Class 40 e un Maxi Yacht

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.