Nautica Sport

Rolex Fastnet Race: a Skorpios la line honours a Cherbourg

skorpios rolex Fastnet race

Il ClubSwan 125 Skorpios di Dmitry Rybolovlev in trionfo alla Rolex Fastnet Race, dopo aver tagliato il traguardo a Cherbourg. Il tempo totale impiegato per completare il percorso di 695 miglia nautiche da Cowes a Cherbourg è stato di 2 giorni, 8 ore, 33 minuti e 55 secondi.

Gareggiando nella sua prima regata d’altura, la Skorpios recentemente varata ha superato le prime 12 ore brutali della regata in buona forma. Quando la brezza si è ammorbidita, Skorpios si è allontanata dai suoi principali rivali per la vittoria in linea, incluso il Rambler 88 del precedente vincitore George David e la forte flotta IMOCA.

Rolex Fastnet Race, Skorpios in trionfo alla sua prima regata d’altura

Avendo iniziato a navigare solo negli ultimi anni, questa è stata la prima regata d’altura dell’armatore Dmitry Rybolovlev che ha vissuto con sua figlia Anna Rybolovleva, anche la sua prima regata d’altura. Skorpios è il monoscafo più grande che abbia mai preso parte alla Rolex Fastnet Race, con i suoi 42,6 m/140 piedi (bompresso compreso!).




“Siamo molto soddisfatti della barca, il team è stato fantastico. Vogliamo ringraziare tutta la squadra per questi grandi sforzi. Stavamo cercando di rimanere prudenti, soprattutto con il vento forte all’inizio, ma siamo entusiasti di vedere cosa può fare la barca nelle regate future. Fare il giro del Fastnet Rock è stato un po’ magico, è stato un momento davvero speciale”. Lo skipper Fernando Echavarri è stato sollevato di aver superato la Rolex Fastnet Race con la barca intatta.

LEGGI ANCHE: Fastnet Race sfortunato: si ritira anche Ambrogio Beccaria

“La barca è molto forte, abbiamo fatto marcia indietro sulla velocità in uscita dal Solent, ma lo erano anche tutti gli altri”, ha detto il professionista spagnolo. “Avevamo un’idea di cosa avrebbe potuto fare la barca, ma non lo sapevamo con certezza, quindi abbiamo imparato molto in questa regata.

“Il proprietario è super felice, è un buon velista ma nuovo nella navigazione d’altura e ha apprezzato molto l’esperienza. Penso che ci siano ottime possibilità di tornare per la Rolex Fastnet Race”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Finbeta di Savona: a IB l’implementazione delle navi della sua flotta

Redazione

America’s Cup, dichiarate le barche. L’incognita meteo sulla finale

Redazione Sport

Al via le regate della GC32 Riva Cup sul Lago di Garda

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.