Nautica

Norwegian Cruise Line Holdings, ecco i risultati finanziari del terzo trimestre 2019

Norwegian Cruise Line Holdings

Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. (NYSE: NCLH) (insieme a NCL Corporation Ltd., “Norwegian Cruise Line Holdings”, “Norwegian” o la “Compagnia”) ha comunicato i risultati finanziari per il terzo trimestre, conclusosi il 30 settembre 2019, e ha fornito inoltre le previsioni per il quarto trimestre e l’intero esercizio 2019.

L’azienda ha generato un utile netto su base GAAP di $ 450,6 milioni o un utile per azione di $ 2,09 rispetto ai $ 470,4 milioni o $ 2,11 per azione dell’anno precedente.  L’utile netto rettificato e l’utile per azione rettificato sono stati rispettivamente pari a $ 481,5 milioni e $ 2,23 rispetto ai $ 506,4 milioni o $ 2,27 per azione dell’anno precedente.  I risultati includono un impatto per azione di $ 0,06 proveniente dalle cancellazioni, modifiche degli itinerari e azioni di soccorso legate all’uragano Dorian. 

I ricavi complessivi sono aumentati del 3,0%, passando a $ 1,9 miliardi, con una diminuzione dell’operatività per giorni di capacità dell’1,8%. Il rendimento lordo è aumentato del 4,8%.  Il rendimento netto è aumentato del 3,9% su base di valuta costante, superando la previsione di 215 punti base.

L’utile per azione rettificato dell’intero anno è conforme al valore intermedio delle previsioni di agosto e dovrebbe essere pari, approssimativamente, a $ 5,05, con un impatto per azione negativo di $ 0,15 a causa dell’uragano Dorian.  Senza questi ostacoli, le prospettive annuali della Compagnia avrebbero superato le previsioni di agosto principalmente grazie alla sovraperformance dei ricavi nel terzo trimestre, unita a una prospettiva di ricavi più forte per il quarto trimestre, spinta principalmente da una performance positiva nel mercato chiave dei Caraibi.

La forte domanda dei mercati di riferimento della Compagnia ha più che compensato l’impatto di approssimativamente 25 punti base sulla crescita del rendimento netto annuale dovuto all’uragano Dorian, portando la Compagnia ad aumentare le proprie prospettive sulla crescita del rendimento netto del 3,0% circa, su base di valuta costante. 

La Compagnia è sulla buona strada per raggiungere i propri obiettivi “avanti a tutta velocità” per il 2020, come annunciato nella Giornata degli investitori 2018.

L’impegno della Compagnia di ridurre l’uso della plastica usa e getta nell’ambito delle iniziative di gestione responsabile dell’ambiente ha compiuto un altro passo avanti quando la Norwegian Cruise Line ha annunciato che diventerà la prima linea di crociere ad eliminare tutte le bottiglie in plastica monouso. Si prevede che saranno eliminati oltre 6 milioni di bottiglie ogni anno.

“I principi fondamentali della nostra attività restano stabili come sempre, consentendoci di pubblicare i risultati finanziari di un altro solido trimestre, nonostante gli effetti dell’uragano Dorian.  I ricavi hanno superato ogni aspettativa e abbiamo registrato le entrate trimestrali più alte della nostra storia”, ha dichiarato Frank Del Rio, Presidente e Chief Executive Officer di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd.  “Siamo sulla buona strada per concludere un ennesimo anno da record nel 2019. Prosegue lo slancio positivo per i nostri marchi globali nel 2020, mentre la domanda, l’occupazione e i prezzi continuano a superare i livelli da record del 2019, incoraggiati dall’aggiunta della Norwegian Encore e la Seven Seas Splendor”. 

L’utile netto su base GAAP e l’utile per azione sono stati rispettivamente pari a $ 450,6 milioni e $ 2,09 rispetto ai $ 470,4 milioni o $ 2,11 per azione dell’anno precedente.  La Compagnia ha generato un utile netto rettificato e un utile per azione rettificato rispettivamente di $ 481,5 milioni e $ 2,23 rispetto ai $ 506,4 milioni o $ 2,27 per azione dell’anno precedente. Tali risultati includono un impatto per azione di $ 0,06 proveniente dalle cancellazioni, modifiche degli itinerari e azioni di soccorso legate all’uragano Dorian.

I guadagni sono aumentati del 3,0%, passando a $ 1,9 miliardi, con una diminuzione di giorni di capacità dell’1,8%, rispetto a poco meno di $ 1,9 miliardi nel 2018.  Questi incrementi sono da attribuire principalmente a un aumento del rendimento netto, spinto dal riposizionamento della Norwegian Joy in Nord America e a una consistente spesa per lo shopping a bordo, parallelamente a una forte crescita organica dei prezzi in tutti i mercati principali. Il rendimento lordo è aumentato del 4,8%. Il rendimento netto è salito del 3,9% su una base di valuta costante e del 3,3% su base riportata.

Le spese operative totali relative alle crociere sono aumentate del 6,7% nel 2019 rispetto al 2018, principalmente a causa degli effetti continuativi dal ricollocamento della Norwegian Joy durante il secondo trimestre del 2019 e dell’incremento dei costi diretti relativi alle promozioni delle compagnie aeree.  I costi lordi di crociera per giorno di operatività sono aumentati dell’8,9%.  Il costo netto di crociera rettificato, escluse le spese di carburante per giorno di operatività, è aumentato dell’11,0% su base di valuta costante e del 10,2% su base riportata.

Il prezzo per tonnellata metrica del carburante, al netto delle coperture, è passato dai $ 510 del 2018 a $ 504.  La Compagnia ha riportato una spesa per il carburante di $ 98,9 milioni nel periodo di riferimento. 

Gli interessi passivi, al netto, sono scesi a $ 60,2 milioni nel 2019 dai $ 69,5 milioni del 2018. La riduzione riflette il debito residuo più basso e i margini inferiori associati ai recenti rifinanziamenti, parzialmente compensati dai finanziamenti per la realizzazione di nuove navi.

In altri redditi netti figura un’entrata di $ 10,3 milioni nel 2019 rispetto a $ 0,1 milioni nel 2018. Nel 2019, l’utile si è riferito principalmente a guadagni sul cambio di valuta estera.

“Abbiamo accelerato i rendimenti agli azionisti per approfittare delle attuali stime e riacquistato $150 milioni in azioni durante il trimestre, portando i redditi da capitale totali a $ 1 miliardo dal gennaio del 2018”, ha dichiarato Mark A. Kempa, Vice President e Chief Financial Officer di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd.  “La combinazione del continuo e solido clima di domanda e l’entusiasmo per i prossimi lanci di Norwegian Encore e Seven Seas Splendor stanno gettando le basi per un 2020 da record.”

Oltre ad aver comunicato i risultati relativi al terzo trimestre, la Compagnia ha fornito le previsioni per il quarto trimestre e l’intero esercizio 2019 insieme alle relative analisi di sensitività. La Compagnia non fornisce previsioni in base ai GAAP in quanto non è in grado di prevedere, con un ragionevole grado di sicurezza, i movimenti futuri dei tassi di cambio monetari o il futuro impatto di determinati ricavi o costi. Tali elementi sono imprevedibili e dipendono da vari fattori, come le condizioni del settore, e potrebbero essere determinanti per il calcolo dei risultati aziendali in conformità con i GAAP. L’azienda non ha fornito le riconciliazioni fra le previsioni del 2019 e le misurazioni GAAP più direttamente paragonabili in quanto risulterebbe troppo difficile preparare una riconciliazione quantitativa affidabile su base GAAP USA senza uno sforzo irragionevole.

Leggi anche

Domani torna la Regata Storica di Venezia: ecco le misure di sicurezza

Redazione

Moby, Tirrenia e Toremar sempre più attente al mare e all’ambiente

Fabio Iacolare

Greenpeace, il 2019 in difesa del mare e dell’ambiente

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.