Nautica Video nautica

Vela, a Ostia riprendono gli allenamenti degli azzurri in vista di Tokyo 2020

Primi segnali di ripresa per la nautica. Partono dal Porto Turistico di Roma gli allenamenti degli atleti di interesse federale della Federazione Italiana Vela, i soli autorizzati dal Governo italiano con l’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri a riprendere l’attività sportiva di alto livello.

Dal 2017 il porto della Capitale è anche sede del Centro Federale della Federazione Italiana Vela (FiV). In acqua tre atleti del Gruppo Agonistico Nazionale e due equipaggi dei Gruppi Sportivi Militari impegnati nella campagna olimpica per Tokyo 2020, che saranno celebrati dal 23 luglio all’8 agosto 2021 per via dell’emergenza Covid-19.

Tokyo 2020 categoria Vela, ecco gli azzurri che parteciperanno

Si tratta, per gli equipaggi 470, di Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò del centro sportivo Marina Militare e, per il femminile, quello formato da Elena Berta (Aeronautica militare) e Bianca Caruso (Marina Militare) entrambi in preparazione in vista delle Olimpiadi, allenate da Gabrio Zandonà, che ha preso parte a tre Olimpiadi nel 470 (Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012). Per l’Optimist, Niccolò Pulito, Federica Contardi (campionessa europea Optimist) e Alessandro Cirinei, tutti e tre del Tognazzi Marine Village, e che fanno parte del Gruppo Agonistico Nazionale, allenati da Simone Ricci.

LEGGI ANCHE: Vela, ecco i dettagli del Protocollo FIV per ripartire in sicurezza

Nei prossimi giorni dovrebbero aggiungersi altri equipaggi inseriti nella lista Fiv fra gli atleti di interesse nazionale. Al momento il porto, sede del centro federale, è uno dei pochi spazi del Lazio che è possibile utilizzare per questa attività, alla luce del divieto di utilizzo delle spiagge presente in molti comuni.

Un segnale di buon auspicio, quello che proviene dal Porto Turistico di Roma, e che fa ben sperare per la ripresa degli sport a vela e le attività veliche che, ricordiamo, vengono classificati a rischio zero Coronavirus: è quanto rivela il dossier “Lo sport riparte in sicurezza” stilato dal Coni, che classifica gli sport più sicuri e meno a rischio contagi. Le discipline come il windsurf, la vela e il kitesurf, potrebbero presto avere il via libera perché considerate tra le attività sportive più sicure, come evidenzia il testo redatto nei giorni scorsi dal Politecnico di Torino e consegnato direttamente dal Coni al Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

Leggi anche

La criminalizzazione del comandante della nave: criticità e prospettive

Fabio Iacolare

Swan One Design Worlds, a Valencia l’italiana Selene Alifax è seconda

Claudio Soffici

Al via domenica a Catania il XXXII Campionato invernale d’altura

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.