Sport

Rinviata la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare prevista ad Amalfi

Rinviata la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare prevista ad Amalfi

Il Comitato Generale del Palio delle Antiche Repubbliche Marinare d’Italia ha constatato che, ad oggi, non sussistono le condizioni normative e tecniche per preparare e tenere regolarmente l’edizione 2020 nel mese di settembre, programmata ad Amalfi.

La decisione sul rinvio a settembre era stata assunta dai rappresentanti delle città di Amalfi, Pisa, Genova e Venezia lo scorso 6 marzo – appena due giorni prima del lockdown nazionale – ma mai resa pubblica per via degli accadimenti che hanno segnato il mondo nel corso degli ultimi mesi.

Regate delle Antiche Repubbliche Marinare, rinviata l’edizione 2020

Nell’ultima riunione del Comitato Generale, tenutasi in videoconferenza, i rappresentanti delle città hanno comunque espresso l’intenzione di valutare, in base all’andamento della situazione sanitaria, di poter tenere una edizione invernale del Palio in data e luogo da concordarsi.

Nella medesima riunione, il Comitato di Genova ha espresso la volontà di poter ospitare l’edizione 2024 nella propria città, anno in cui il capoluogo ligure sarà “Capitale Europea dello Sport”.

La Regata delle Antiche Repubbliche Marinare (o Palio delle Antiche Repubbliche Marinare) è una manifestazione sportiva di rievocazione storica, istituita nel 1955 con lo scopo di rievocare le imprese e la rivalità delle più note Repubbliche marinare italiane: quelle di Amalfi, di Pisa, di Genova e di Venezia, nel corso della quale si sfidano tra di loro quattro equipaggi remieri in rappresentanza di ciascuna delle repubbliche.

LEGGI ANCHE: Costiera Amalfitana, un paradiso da visitare almeno una volta nella vita

Tale evento, disputato sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana, si svolge ogni anno in un giorno compreso tra la fine di maggio e l’inizio di luglio, ed è ospitato a rotazione tra le suddette città. La regata è preceduta da un corteo storico, durante il quale sfilano per le strade della città organizzatrice alcuni figuranti che vestono i panni di antichi personaggi che caratterizzarono ciascuna repubblica.

La Regata prevede uno statuto, che stabilisce la costituzione dell’Ente organizzativo, il suo scopo (ovvero quello di promuovere la manifestazione stessa), e la sua composizione. Secondo tale statuto, l’Ente è composto da tre parti: la Magistratura della Regata, il Comitato Generale e il Comitato Cittadino. La prima parte è l’organo supremo dell’Ente, composto dai sindaci delle quattro città marinare, la cui carica di Primo Magistrato spetta di diritto al sindaco della città ospitante l’evento; la seconda è l’organo tecnico-amministrativo collegiale, il cui Presidente (che è a sua volta il presidente del Comitato Cittadino della città ospitante) rappresenta legalmente l’Ente; la terza è l’organo tecnico, nominato dal sindaco e in carica per quattro anni, che provvede allo svolgimento della manifestazione.

Leggi anche

Lago di Viverone, conclusi i mondiali di F4 e di F/350 stagione 2020

Fabio Iacolare

Europeo Optimist, la penultima giornata si tinge di azzurro

Redazione Sport

Il maxi Arca di Benussi vince anche la Veleziana 2021

Davide Gambardella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.