News dal mare

Infranto il record mondiale di immersione in profondità e in solitaria

Infranto il record mondiale di immersione in profondità e in solitaria con batiscafo e equipaggio. Nell’impresa è riuscito l’americano Victor Vescovo, sceso giù per quasi 11 chilometri (10.927 metri) fino a toccare il fondo di Mariana Trench, 200 km a est delle isole Marianne.

Ad attenderlo, oltre al silenzio del mare più misterioso e a creature marine sorprendenti, c’erano una busta di plastica e altri involucri. Il primo tuffò in fondo alla Fossa delle Marianne avvenne nel 1960, fatto dal tenente della Marina statunitense Don Walsh e dall’ingegnere svizzero Jacques Piccard a bordo del batiscafo “Trieste”.

“Jacques Piccard ed io siamo stati i primi a visitare il posto più profondo negli oceani del mondo – ha detto Walsh, secondo quanto riporta il sito della Bbc – ora, nell’inverno della mia vita, è stato un grande onore essere invitato a partecipare a questa spedizione”.

Il precedente record era stato segnato nel 2012 dal regista di “Titanic”, James Cameron (10.898 metri). Il tema della plastica in mare è dibattuto da tempo: non è chiaro dove milioni di tonnellate di materiale vadano a finire, ma è certo che la loro capacità di inquinamento per lunghissimi periodi è tale da far temere una catastrofe per l’ambiente. 

Leggi anche

Dall’inizio dell’anno sono ben sei i capodogli spiaggiati sulle coste italiane

Fabio Iacolare

A 92 anni percorre ogni giorno 60 km per vedere il mare

Redazione

Crisi del Porto di Cagliari, incontro col ministro dei trasporti

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.