Località di mare Nautica

Emilia Romagna: aiuti a fondo perduto per settore escursioni in barca

escursioni barca Emilia Romagna

Arrivano aiuti a fondo perduto per gli organizzatori di escursioni in barca in Emilia Romagna. Il bando, approvato dalla Giunta Regionale, è una boccata d’ossigeno per le aziende turistiche e di trasporto nautico messe in difficoltà dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il contributo, sotto forma di una tantum e a fondo perduto, sarà fino a 8mila euro ed è previsto in favore delle imprese che organizzano gite ed escursioni lungo la costa Adriatica o nelle vie d’acqua interne.

Charter ed escursioni in barca, bando di sostegno da 200mila euro

La giunta della Regione Emilia Romagna interviene così a sostegno del charter nautico e delle escursioni in barca, tra i settori più penalizzati dai contraccolpi economici della pandemia, e lo fa lanciando un bando da 200mila euro per offrire un aiuto concreto e immediato, a titolo di ristoro parziale delle perdite subite dalle imprese che effettuano servizio di trasporto nautico di passeggeri con motonavi non di linea con finalità turistico-ricreative. Nei mesi scorsi, gli imprenditori del settore hanno visto contrarsi drasticamente il proprio giro d’affari per la rarefazione della clientela a causa dell’impatto negativo dell’emergenza conoravirus.



Un comparto, quello delle escursioni in motonave in mare o sui corsi d’acqua interni navigabili, che rappresenta una piccola nicchia del più ampio mercato turistico regionale, ma sul quale la Regione in prospettiva punta per promuovere luoghi e ambienti naturalistici di grande bellezza da riscoprire e valorizzare, magari abbinandoli a visite al cospicuo patrimonio di città d’arte di cui e’ ricca l’Emilia-Romagna.

LEGGI ANCHE: Assarmatori chiede aiuti urgenti per il settore dei traghetti e il cabotaggio

Aiuti escursioni in barca Emilia Romagna, chi può accedere al bando

Beneficiarie del bando, che scade il prossimo 26 ottobre, le imprese limitatamente all’attività di erogazione di servizi turistico-ricreativi di trasporto passeggeri non di linea su motonavi da escursione, iscritte all’apposito registro delle Camere di commercio, con sede legale o operativa in Emilia Romagna, che risultano attive almeno dal primo maggio 2019 e che hanno subito nel periodo compreso tra il primo maggio e il 31 luglio scorsi un calo del fatturato pari o superiore al 30% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il bando regionale non comprende le imprese di trasporto passeggeri di linea, come traghetti e lance-taxi, e di noleggio imbarcazioni e natanti.

Leggi anche

Barcolana annullata, ma è boom di ascolti per radio e tv

Fabio Iacolare

Ercolano, la Mostra SplendOri all’Antiquarium del Parco prorogata fino al 30 novembre 2019

Fabio Iacolare

Due nidi di Fratino scoperti al Parco di San Rossore in Toscana

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.