Viaggi e stili di vita

Estate 2020, essere in forma nel post lockdown: attenzione all’effetto yo yo

Estate 2020, esse in forma nel post lockdown, attenzione all'effetto yo yo

Con “effetto yo yo”, termine utilizzato per la prima volta da Kelly Brownell della Yale University, si intende l’alternarsi nel tempo di fasi in cui si perde peso grazie ad una dieta, a fasi in cui lo si recupera e nei casi peggiori lo si aumenta.

Quindi il peso sale e scende proprio come la rotella dello yo yo va continuamente in su e giù lungo la corda legata al dito.

L’effetto yo yo, ecco le possibili cause

Le cause che generano l’effetto yo yo sono diverse, ma possono essere ricondotte ad una dieta sbagliata, spesso troppo restrittiva.

Cause psicologiche – Inizialmente il soggetto a dieta sperimenta euforia ed orgoglio per la capacità di rifiutare il cibo. Nel tempo, però, le privazioni che si è imposto possono iniziare a causare sintomi come affaticamento e debolezza. La persona quindi riprende le proprie abitudini alimentari con, in più, il peso psicologico di non essere riuscito ad attenersi alla dieta impostasi. Questo può portarla a mangiare più di quanto non avrebbero fatto in condizioni normali ed a riguadagnare quindi peso rapidamente [1].
Cause fisiologiche –  Durante le fasi di restrizione alimentare, l’organismo, che si è evoluto per affrontare periodi di carestia, entra in “modalità sopravvivenza”, il metabolismo basale diminuisce e vengono rallentate
tutte le attività per risparmiare energia e non soccombere alla mancanza di cibo. In regimi ipocalorici anche la massa magra (il muscolo) che è la parte che brucia più calorie si ridurrà contribuendo a rallentare il metabolismo.

Rimedi Dell’Effetto Yo Yo

Può risultare banale, ma bisogna mantenere il proprio peso attraverso un’alimentazione sana e una regolare attività fisica.

Bisogna abbandonare il concetto di “ora mi metto a dieta”, ma adottare uno stile di vita sano ed una corretta alimentazione.

Non si può ingrassare e poi mettersi a dieta per un po’ ed una volta raggiunto il peso desiderato tornare a mangiare in modo scriteriato.

Se proprio occorre mettersi a dieta perché ci si è lasciati andare per un po’, bisogna stare lontano dalle diete drastiche, che nel breve periodo consentono una rapida perdita di peso, ma non sono sostenibili sul lungo periodo e appena si cederà, l’organismo sarà ben contento di ripristinare i chili persi con sacrificio nelle settimane precedenti.

Molto meglio ridurre le calorie assunte gradualmente e fare un buon lavoro in palestra sia coi pesi sia con il cardio per mantenere alto il metabolismo. Ovviamente farsi seguire da un professionista è la scelta migliore.

Perdere peso richiedere tempo, quando si decide di farlo, il modo migliore è adottare una dieta sana che si possa portare avanti per un lungo periodo.

Questo è possibile tagliando le calorie in modo graduale, aiutandosi facendo sport e concedendosi ogni tanto qualche sfizio a tavola, che fa bene sia al corpo che alla mente.

Le diete drastiche non sono sostenibili sul lungo periodo. In quanto, non fanno bene all’organismo, possono portare alla perdita di massa magra e al peggioramento della composizione corporea.

LEGGI ANCHE: 8 motivi per cui NON devi eliminare i carboidrati dalla tua dieta

Inoltre, esse fanno sì che il peso perso venga ripreso velocemente non appena si torna a mangiare come prima.

Tuttavia bisogna specificare che al momento ci sono studi contrastanti tra loro sugli effetti del weight cycling: studi effettuati sui ratti hanno dimostrato come l’effetto yo yo abbia portato ad un aumento di peso più che ad una perdita, a causa del peggioramento del rapporto tra massa magra e massa grassa mentre un altro studio del 1994 non riscontrava effetti negativi sulla composizione corporea né o sulla possibilità futura di perdita di peso.

Leggi anche

Nella Marchesini, la vita nella pittura al Wunderkammer GAM

Fabio Iacolare

Con lo Chef Rocco De Santis il Ristorante Santa Elisabetta si aggiudica una stella Michelin

Fabio Iacolare

La scampagnata di lusso in riva al Grande Fiume dell’Antica Corte Pallavicina

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.