Nautica Sport Video nautica

Francis Joyon e il maxi-trimarano IDEC SPORT tornano sulla Discovery Route

Francis Joyon con IDEC Sport proverà a inizio di ottobre a fissare un nuovo record, battendo il tempo dal maxi-trimarano Spindrift. I dettagli nell’articolo.

Joyon, supportato come di consueto dai suoi fedeli compagni di squadra, Bertrand Delesne, Bernard Stamm, Antoine Blouet e Christophe Houdet, indosserà la sua tuta da cacciatore di record all’inizio di ottobre, nel tentativo di battere il tempo di riferimento fissato nel 2013 daL maxi-trimarano Spindrift di Yann Guichard e Dona Bertarelli sulla Route de la Découverte.

Un percorso caro al detentore del titolo della Route du Rhum, che ha tenuto due volte il tempo di riferimento su questa stessa distanza tra Cadice e San Salvador alle Bahamas in solitario.




Francis e il suo solido maxi-trimarano IDEC SPORT, varato nel 2006, lasceranno il loro porto di origine di La Trinité sur mer intorno al 21 settembre, dirigendosi inizialmente nella regione di Malaga e nel sud dell’Andalusia dove il suo fedele partner GROUPE IDEC (18 anni di storia comune) sta avviando con energia positiva un ambizioso parco logistico e industriale.

Francis e la sua banda

IDEC Sport
(Photo by Anthony Upton/Alea)

“La barca è pronta” sussurra Francis, sempre alla cura del suo maxi-trimarano. “Abbiamo lavorato sulle appendici, che avevano sofferto molto durante il nostro tour asiatico, colpendo un gran numero di oggetti galleggianti non identificati. Siamo molto attenti al suo invecchiamento. Reagiamo a qualsiasi comparsa di crepe. È vero che l’uso del albero “piccolo”, senza intaccare le prestazioni, ha ridotto notevolmente lo stress in piattaforma. Cerchiamo ancora più semplicità nelle manovre e continuiamo a trovare qua e là qualche accorgimento. Approfittiamo della fine dell’estate per uscire regolarmente. Mio figlio Corentin, fisso sulla barca dalla stagione 2018, non sarà con noi. Con Antoine, Christophe, Bernard e Bertrand, avrò un equipaggio felice che conosce perfettamente la barca per accompagnarmi. ”

“Il record è nitido!”

Sei giorni, 14 ore, 29 minuti e 53 secondi per coprire 4.481 miglia su una rotta diretta. “Questo record è molto nitido”, concorda Francis. “Più di 25 nodi di media! Avremo bisogno di un’ottima finestra meteo per migliorarla. E anche un po’ di fortuna, poiché sappiamo che le condizioni meteorologiche alle Bahamas sono spesso molto instabili. Questa Discovery Route è una rotta favolosa, magica, piena di storia”.

LEGGI ANCHE: Hannibal Classic 2021, vincono Ciao Pais e Nembo II

“È la rotta seguita da Cristoforo Colombo. Le isole sono affascinanti. Sono sbarcato lì una volta alla fine di uno dei miei dischi in solitaria. La popolazione era adorabile. Questa rotta è piena di promesse di belle planate, di orizzonti favolosi Stiamo lavorando sui minimi dettagli degli scenari meteorologici con Christian Dumard, perché il riscaldamento globale è un fenomeno molto reale che può essere misurato dall’aumento statistico della frequenza degli uragani in questa zona dei Caraibi. Gli oceani si stanno riscaldando, e fornire carburante per le tempeste.”

Stand-by a Cadice all’inizio di ottobre


Francis intende lasciare la Bretagna intorno al 21 settembre, per iniziare il suo stand-by negli ultimi giorni del mese, per una partenza all’inizio di ottobre, fedele alla sua leggenda di marinaio che non ama le lunghe soste. IDEC SPORT ormeggerà per alcuni giorni ad Algeciras, poi a Malaga prima di dirigersi a Cadice e Puerto Sherry, e accompagnerà le operazioni di Pubbliche Relazioni organizzate dal GROUPE IDEC, molto impegnato in un ambizioso progetto logistico e industriale in Andalusia.

Il primo parco XXL d’Europa con energia positiva

GROUPE IDEC sta lanciando lo sviluppo di una nuova zona logistica e industriale XXL nel sud dell’Andalusia, che copre più di 300 ettari: Puerto Seco ad Antequera. La sua posizione ideale al crocevia di tutti i continenti e il suo accesso diretto alle più grandi reti di trasporto ne fanno un crocevia strategico di scambi.




Questo parco si sta sviluppando per consentire l’integrazione di un grande mix di attività e servizi e beni ad alto valore aggiunto per creare uno spazio ricco e variegato. Anche le questioni energetiche sono parte integrante del progetto poiché mira ad essere autosufficiente dal punto di vista energetico e a limitare la sua impronta di carbonio.

Questo approccio è molto apprezzato da Francis Joyon e si ritrova a bordo del maxi-trimarano, che porta anche i colori di IDEC ENERGY, la filiale del GROUPE IDEC dedicata alla realizzazione di soluzioni energetiche innovative.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Richard Wagner a Ravello, ecco il trailer del docufilm girato nel Giardino di Klingsor

Redazione

Lomac, il 540 IN Spearfishing al Boat Show di Vicenza

Fabio Iacolare

Nannini: “Ben Ainslie ‘un mostro’. Le proteste di Luna Rossa non sembrano fondate”

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.