Nautica Sport

Paura alla Route du Rhum, incendio sull’Imoca di Fabrice Amedeo

paura route du rhum

Attimi di paura alla Route du Rhum, con un’esplosione a bordo dell’Imoca 60 Nexans – Art et Fenêtres di Fabrice Amedeo.

Il navigatore francese aveva inviato il mayday, a seguito dell’incendio che non ha lasciato scampo all’imbarcazione che è poi affondata.




La paura negli occhi di Amedeo: “Vista la morte in viso”

Amedeo si era ritirato dalla competizione circa 24 ore prima a causa di un problema elettrico che aveva già provocato un principio di incendio, domato dallo skipper, e si stava dirigendo verso il Portogallo. L’evento aveva convinto il navigatore a optare per il ritiro, ma nessuno avrebbe mai immaginato che la situazione potesse degenerare in questo modo.

Prima l’esplosione, poi le fiamme: “Ho visto la morte con gli occhi”, ha dichiarato Amedeo, dopo essere stato portato in salvo da un cargo. “Sono sano e salvo su un mercantile che mi lascerà alle Azzorre. Il mio Imoca Nexans – Art et Fenêtres è andato a fuoco davanti ai miei occhi. Tutti i miei sogni sono naufragati con la mia barca.” Lo skipper ha provato in tutti i modi a controllare le fiamme attivando gli estintori a bordo, ma la situazione è in poco tempo andata fuori controllo: il materiale infiammabile di cui è composta la barca, infatti, non ha lasciato possibilità di salvezza all’Imoca 60, che ha iniziato ad imbarcare acqua ed è lentamente affondata. Allo skipper non è rimasto che indossare l’equipaggiamento di sopravvivenza, inviare l’allarme e trasferirsi sulla zattera di salvataggio.

Con un video su Facebook, Giancarlo Pedote ha commentato l’incidente e ha fatto l’in bocca al lupo al collega: “Una storia sicuramente molto difficile, molto complessa, ma l’importante è che Fabrice sia stato salvato da un cargo e che possa presto riabbracciare la sua famiglia”.




Gli italiani alla Route du Rhum

Nel frattempo va avanti la regata: nei Class 40 è primo Yoann Richomme, incalzato da Xavier Macaire e Corentin Douguet. Insegue subito dopo, in quarta posizione, Ambrogio Beccaria su Alla Grande. Va sottolineata la grande prestazione di Alberto Bona, che recupera posizioni ed è ora settimo. Si migliora anche Andrea Fornaro su Influence, che occupa ora la 18ma piazza.

LEGGI ANCHE: Presentata a Milano la sesta edizione della RAN 630

Nella classe Imoca è ancora primo Charlie Dalin, con Thomas Ruyant e Jeremie Beyou rispettivamente secondo e terzo. Solo 22mo posto per Giancarlo Pedote, che si trova attualmente a oltre 400 miglia dal leader.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Luna Rossa non ce la fa. La Coppa America è dei neozelandesi

Redazione Sport

Piano Operativo Triennale dei porti di Reggio Calabria e Villa San Giovanni

Redazione

“Le Vele d’Epoca a Napoli 2022” dal 23 al 26 giugno a Napoli e Capri

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.