Nautica Sport

Paura alla Route du Rhum, incendio sull’Imoca di Fabrice Amedeo

paura route du rhum

Attimi di paura alla Route du Rhum, con un’esplosione a bordo dell’Imoca 60 Nexans – Art et Fenêtres di Fabrice Amedeo.

Il navigatore francese aveva inviato il mayday, a seguito dell’incendio che non ha lasciato scampo all’imbarcazione che è poi affondata.




La paura negli occhi di Amedeo: “Vista la morte in viso”

Amedeo si era ritirato dalla competizione circa 24 ore prima a causa di un problema elettrico che aveva già provocato un principio di incendio, domato dallo skipper, e si stava dirigendo verso il Portogallo. L’evento aveva convinto il navigatore a optare per il ritiro, ma nessuno avrebbe mai immaginato che la situazione potesse degenerare in questo modo.

Prima l’esplosione, poi le fiamme: “Ho visto la morte con gli occhi”, ha dichiarato Amedeo, dopo essere stato portato in salvo da un cargo. “Sono sano e salvo su un mercantile che mi lascerà alle Azzorre. Il mio Imoca Nexans – Art et Fenêtres è andato a fuoco davanti ai miei occhi. Tutti i miei sogni sono naufragati con la mia barca.” Lo skipper ha provato in tutti i modi a controllare le fiamme attivando gli estintori a bordo, ma la situazione è in poco tempo andata fuori controllo: il materiale infiammabile di cui è composta la barca, infatti, non ha lasciato possibilità di salvezza all’Imoca 60, che ha iniziato ad imbarcare acqua ed è lentamente affondata. Allo skipper non è rimasto che indossare l’equipaggiamento di sopravvivenza, inviare l’allarme e trasferirsi sulla zattera di salvataggio.

Con un video su Facebook, Giancarlo Pedote ha commentato l’incidente e ha fatto l’in bocca al lupo al collega: “Una storia sicuramente molto difficile, molto complessa, ma l’importante è che Fabrice sia stato salvato da un cargo e che possa presto riabbracciare la sua famiglia”.




Gli italiani alla Route du Rhum

Nel frattempo va avanti la regata: nei Class 40 è primo Yoann Richomme, incalzato da Xavier Macaire e Corentin Douguet. Insegue subito dopo, in quarta posizione, Ambrogio Beccaria su Alla Grande. Va sottolineata la grande prestazione di Alberto Bona, che recupera posizioni ed è ora settimo. Si migliora anche Andrea Fornaro su Influence, che occupa ora la 18ma piazza.

LEGGI ANCHE: Presentata a Milano la sesta edizione della RAN 630

Nella classe Imoca è ancora primo Charlie Dalin, con Thomas Ruyant e Jeremie Beyou rispettivamente secondo e terzo. Solo 22mo posto per Giancarlo Pedote, che si trova attualmente a oltre 400 miglia dal leader.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Transat Jacques Vabre, Giancarlo Pedote scivola al decimo posto

Redazione Sport

Grande festa per la premiazione del XXXIV Trofeo Cristoforo Bottiglieri

Redazione Sport

Tokyo 2020, Italremo in finale anche con il quattro di coppia femminile

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.