News dal mare

Thailandia, ritrovato in mare un cane a oltre 200 km dalla costa

Thailandia, ritrovato in mare un cane a oltre 200 km dalla costa

Un cane sfinito e impaurito è stato trovato a nuotare a 135 miglia (circa 220 chilometri) al largo della costa  della Thailandia, è stato salvato da un operaio di una piattaforma petrolifera, che ora ha promesso di adottarlo.

Thailandia, il cane chiamato Boonrod

Il cane, di colore marrone, chiamato Boonrod dai suoi soccorritori – che in thailandese significa “sopravvissuto al karma” – è stato “‘pescato” venerdì scorso dagli operai che hanno notato la sua testa oscillare tra le onde nel Golfo di Thailandia.

“Si è aggrappato al palo, non ha fatto alcun rumore né ha abbaiato”, racconta su Facebook Vitisak Payalaw, uno dei dipendenti della Chevron Thailand Exploration che lavorano sulla piattaforma ancorata nel Golfo della Thailandia. Lui e i suoi colleghi hanno calato una corda con un cappio a una delle estremità e hanno circondato il torace dell’animale, issandolo a bordo. 

Nessun indizio su come fosse arrivato lì, o per quanto tempo fosse stato in mare, ma i media locali hanno ipotizzato che potrebbe essere caduto da un peschereccio e aver nuotato verso la piattaforma.

LEGGI ANCHE: Sulle Spiagge di Phuket ritornano le Tartarughe Liuto

Boonrod si sta riprendendo nella provincia di Songkhla, grazia anche alle cure di un veterinario, ha riferito all’AFP un’associazione thailandese per la tutela degli animali.

 

Leggi anche

Plastica, Greenpeace: «positivo ma non risolutivo l’impegno di Unilever»

Fabio Iacolare

Slow Food, manifesto ai candidati sui sistemi alimentari sostenibili

Fabio Iacolare

Procida tra mare e cultura: il mondo salvato dai ragazzini

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.