Nautica Sport

Soldini sulla Plymouth-La Rochelle: “Siamo andati a velocità pazzesche”

Giovanni Soldini si mostra entusiasta dopo il nuovo record conquistato con la Maserati Multi 70 sulla rotta Plymouth-La Rochelle. L’italiano, abituato a sfide anche molto più impegnative, sembra felice soprattutto delle velocità pazzesche raggiunte con lo scafo che hanno sfiorato i 40 nodi.

“Attraversando la Manica siamo andati fortissimo, con 20-25 nodi di vento da nord-est, e arrivati a Ouessant è stato pazzesco – ha dichiarato Soldini -. Il passaggio tra l’isola e la costa è strettissimo e noi andavamo a cannamorta a 35 nodi. Poi, scendendo lungo la costa francese, il vento era di 10-15 gradi più stretto del previsto e abbiamo rallentato un po’, ma siamo riusciti ad ottenere un ottimo risultato, siamo davvero contenti”.




A bordo con Giovanni Soldini c’erano Giulio Bertelli, Guido Broggi, Carlos Hernandez Robayna, Oliver Herrera Perez e Matteo Soldini. Il team è riuscito a migliorare di circa due ore il precedente record di 14 ore, 5 minuti e 20 secondi, detenuto da Phaedo3, delle 239 miglia di distanza della Plymouth-La Rochelle. Il nuovo miglior tempo è in attesa della validazione ufficiale.

Le prossime sfide di Soldini e i nuovi record da battere

Data la pandemia in corso e in attesa di nuove sfide, Soldini si lancerà a breve alla ricerca di altri due record. Nel mirino dovrebbe entrare nei prossimi giorni la Cowes – Dinard il cui miglior tempo di 4 ore, 49 minuti e 51 secondi è sempre detenuto da Phaedo3. Sarà poi la volta della Fastnet. Il record sulla tratta che da Cowes fa un giro intorno allo scoglio di Fastnet per poi ritornare verso Plymounth è stato da poco migliorato da PowerPlay in 25 ore, 4 minuti e 18 secondi.

Leggi anche

America’s Cup World Series: New Zealand vince contro American Magic. Ancora una sconfitta per Ineos

Redazione Sport

Trieste, giornata inaugurale della classicissima Settimana Velica Internazionale 2019

Fabio Iacolare

Come aprire un’attività nel settore nautico in territorio svizzero: ecco le fasi

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.