Località di mare

Kookaburra III vince per il terzo anno consecutivo la Barcolana Classic

Kookaburra III vince per il terzo anno consecutivo la Barcolana Classic

Kookaburra III, il 12 metri Stazza Internazionale in acqua con XL EXTRALIGHT, si è aggiudicato per il terzo anno consecutivo la Barcolana Classic nella categoria Spirit of Tradition.

Una regata disputata nella mattinata di sabato, preceduta dalla sfilata delle imbarcazioni davanti al bacino San Giusto, difronte piazza dell’Unità. Uno spettacolo unico per i tanti appassionati che dalle banchine hanno potuto ammirare gli yacht classici in navigazione.

La regata delle barche classiche è stata caratterizzata da un vento leggerissimo che l’equipaggio del Kookaburra – in pozzetto lo skipper Andrea Merani, affiancato dall’armatore/timoniere Maurizio Vecchiola e da un equipaggio con a bordo velisti professionisti con un trascorso in Coppa America alle spalle – ha saputo fiutare meglio riuscendo così a sfruttare la poca aria presente nel golfo di Trieste per risultare il più veloce della categoria, davanti al 5.5 Stazza internazionale Kukuburu e ad Aria, l’8 Metri Stazza Internazionale di Serena Galvani; una classifica libera da compensi e da rating che ha permesso di mettere in evidenza la reali possibilità di ciascuna imbarcazione.

Kookaburra III, l’equipaggio a bordo ha fatto la differenza

Ha fatto sicuramente la differenza l’equipaggio a bordo di Kookaburra III, la storica imbarcazione che nel 1987 ha partecipato alla finale di Coppa America contro Stars and Stripes, che vedeva fra gli altri Mauro Piani, campione mondiale nella classe 12 Metri Stazza Internazionale sull’imbarcazione Nyala di Patrizio Bertelli, Enrico Isenburg, reduce dalla vittoria alla Copa del Rey sul 75 piedi Cannonball, ed il navigatore Andrea De Marinis che nella classe velica di Kookaburra si è aggiudicato ben tre titoli iridati.

La partecipazione dell’imbarcazione marchigiana alla Barcolana 51 ha rappresentato una “prova generale” della più avvincente sfida che si svolgerà in occasione dell’edizione 2020 della Barcolana, quando il Kookaburra III farà respirare nuovamente aria di Coppa America e farà battere i cuori dei velisti italiani per un singolare match race che la vedrà protagonista contro Italia II.

LEGGI ANCHE: Il “Grande ottobre della vela”: Barcolana, Salone Nautico e tante regate

“È stata una grande soddisfazione vederla tagliare il traguardo per il terzo anno consecutivo – ha commentato Sara Vecchiola, Head of Brand Marketing & Communication di Finproject SpA -. La vela rappresenta un grande sport ma anche una grande metafora del mondo del lavoro migliore: rispetto delle regole, dei valori, impegno, sacrificio e sana competizione. Tutti questi valori sono pilastri sui quali costruire una squadra vincente, sia nello sport che nel lavoro, proprio come quella che ha portato Kookaburra III alla vittoria”.

SCHEDA TECNICA DI KOOKABURRA III (KA-15)
Progettisti: Iain Murray & John Swarbrick – Cantiere: Parry Boats Builder, Australia – Anno di costruzione: 1986 – Lunghezza: 20,20 m – Larghezza: 3,81 m – Pescaggio: 2,80 m – Armamento: Sloop – Materiale: Alluminio

CREW LIST
Gianmaria Capecci (Chicco), Prodiere
Federico Piani, Albero
Giacomo Santinelli (Ciccio), Grinder
Claudio Vallesi, Grinder
Mauro Piani, Drizzista
Enrico Isenburg (Chicco), Regolatore Fiocco
Paolo Rossi, Regolatore Fiocco
Alberto Gallina, Grinder randa
Cristiana Monina, Randista
Andrea De Marinis, Navigatore
Andrea Merani, Skipper
Maurizio Vecchiola, Armatore/timoniere

Leggi anche

La Goletta Verde nelle acque di Termoli, inquinata la foce del Sinarca

Redazione

Caprera, al via il corso per diventare guide ambientali marine

Fabio Iacolare

Successo per “Già la luna in mezzo al mare ” al Maschio Angioino per l’Estate a Napoli 2019

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.