Viaggi e stili di vita

Mosart, la cultura del mosaico

Apertura, coinvolgimento, attenzione, comunicazione: Mosart richiama l’attenzione su Spilimbergo e sul mosaico e apre le porte per affermare l’identità della città. Mosart-Spilimbergo mosaic art Festival 2019, la prima edizione del festival curato da Silvana Annicchiarico, valorizza lo straordinario patrimonio artistico e artigianale di Spilimbergo.

Elemento altamente qualificante di Mosart è stata la partecipazione di nomi di grande prestigio che hanno offerto punti di osservazione nuovi e stimolanti sul territorio e sulle sue possibilità di crescita e di sviluppo. L’amministrazione  comunale, con un atto di coraggio e lungimiranza, ha chiamato in campo per il Festival professionisti che hanno innescato nuovi modi di pensare e vedere, ma fondamentali per una svolta.

Tra gli altri Stefano Giovannoni, uno dei maggiori designer italiani, in un workshop con gli studenti, ha messo in relazione la tradizione con una realtà di alta formazione come l’Isia; Aldo Bonomi, sociologo di fama nazionale, ha parlato delle reti d’impresa in relazione allo sviluppo del territorio; Lorenzo Palmeri, designer, art director e compositore, ha coinvolto il pubblico con la performance musicale “Mosaic sound”, durante la quale ceppi, scalpellini e pietre sono diventati strumenti musicali. Oltre alla partecipazione dell’Università Iulm di Milano, che ha inviato a Spilimbergo troupe di studenti per realizzare il docufilm “Tessere” che racconta con un linguaggio nuovo l’antica arte musiva spilimberghese.

Leggi anche

Crociere Norwegian Cruise Line, anche a luglio lo stop in tutto il mondo

Fabio Iacolare

Casa Spronken: la residenza privata dello scultore olandese firmata sanahuja&partners

Fabio Iacolare

Irene Furlan, classe 1938, l’influencer “diversamente giovane”

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.