Nautica Sport

Si chiudono i Mondiali Femminili ILCA 6, azzurre lontane dal podio

mondiali femminili ilca 6

Con la sesta giornata di regate si concludono i Mondiali Femminili 2022 ILCA 6. Nelle acque texane si sono svolte le ultime prove della Gold Fleet, con le atlete che si sono affrontate senza esclusione di colpi.

Con un secondo e un nono posto di giornata, la danese Anne-Marie Rindom ha difeso la leadership e si è aggiudicata la medaglia d’oro con 47 punti netti.

Il podio completo dei Mondiali Femminili ILCA 6

Si deve accontentare dell’argento la svizzera Maud Jayet con 67 punti, mentre la belga Emma Plasschaert è sul terzo gradino del podio con 69 punti netti.




Male le italiane, poco brillanti anche nell’ultima giornata. Silvia Zennaro ha chiuso il Mondiale al 25 posto a causa di un 19mo e un 35mo posto, mentre Chiara Benini Floriani è scivolata alla 35ma posizione. Subito dopo Carolina Albano, 37ma.

La classifica dopo 10 prove:

  • 1° Rindom (DEN)
  • 2° Jayet (SUI)
  • 3° Plasschaert (BEL)

Le italiane in gara:

  • 25° Zennaro (ITA)
  • 34° Benini Floriani (ITA)
  • 37° Albano (ITA)
  • 45° Talluri (ITA)

“Si conclude questo Campionato del Mondo al venticinquesimo posto, sicuramente con un po’ di rammarico visto l’inizio”, ha commentato Silvia Zennaro. “Ho dovuto fare i conti con un po’ di stanchezza fisica che si è fatta sentire durante queste intense giornate durante le quali spesso siamo rimaste in acqua molto tempo; non hanno neppure aiutato i primi due giorni di Gold Fleet con tre prove. Non ero più abituata a questi ritmi. Ho cercato di dare sempre il massimo, anche nell’ultima regata dove pur essendo ultima ho preso una bandiera gialla per recuperare. C’è da dire che non sono mani stata particolarmente fortunata durante i Campionati del Mondo disputati fin qui: nelle prime esperienze ha avuto problemi alle volte fin dalle qualifiche e questo appena concluso rimane comunque il mio terzo miglior risultato al momento. Ho molto spunti per lavorare durante i prossimi allenamenti. Questo per me non è certo un punto di arrivo ma uno di partenza sul quale prendere spunti per nuovi obiettivi.”

LEGGI ANCHE: Tutti i vincitori del fine settimana di regate a Venezia

Il tecnico FIV Egon Vigna: “Si conclude un Campionato del Mondo che sicuramente era partito molto bene e poteva far ben sperare. Nelle qualifiche le nostre atlete sono andate molto bene qualificandosi in tre per la Gold Fleet. La classifica è sempre rimasta molto corta e dava la possibilità di sperare in qualche salto in avanti. Purtroppo i tre giorni di Gold Fleet e ancor più nello specifico i primi due durante i quali si sono disputate tre prove hanno complicato le cose. Abbiamo avuto sempre boline di difficile interpretazione che hanno compromesso la classifica. Rimangono gli interessantissimi spunti su cui lavorare. La nostra stagione non è ancora finita e il prossimo appuntamento è a novembre a Hyeres per il Campionato Europeo. Interessante anche qualche piccola riflessione sulla classifica che ha visto nelle prime tre posizioni alternarsi solo nove atlete, dimostrazione di un livello davvero alto delle prime che rispetto al Mondiale di appena dieci mesi fa vedono un parziale cambiamento ai vertici, solo la belga è riuscita a conquistare un’altra medaglia”.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Azimut Yachts: anteprime mondiali al Fort Lauderdale Boat Show

Redazione

La Cinquanta: Line Honours XTutti New Zealand Endeavour, X2 Città di Grisolera

Fabio Iacolare

Abramovich si fa un altro regalino: mega yacht Solaris, ecco quanto costa

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.