Nautica Sport

Tutti i vincitori del fine settimana di regate a Venezia

venezia

Un grande weekend di vela quello andato in scena a Venezia, in occasione della Veleziana e della nona Venice Hospitality Challenge.

Centinaia di imbarcazioni e migliaia di spettatori hanno riempito il percorso cittadino della Serenissima, in un fine settimana ricco di contenuti ed emozioni.




La grande vela a Venezia: la Veleziana

Il Bacino di San Marco ha registrato una cifra record per la Veleziana di quest’anno. Alla regata vera e propria, infatti, gli iscritti erano 268, mentre per la Veleziana al Terzo i partecipanti erano 23; 63, infine, le barche registrate per la Veleziana Dinghy 12′ Cup.

Il più veloce al traguardo di fronte alla sede della Compagnia della Vela Isola San Giorgio è il maxi Porto Piccolo Prosecco DOC di Claudio Demartis. Portopiccolo ha superato nel finale Arca di Furio Benussi, costretto al ritiro per aver toccato una secca all’entrata nel Bacino. Nelle vele a terzo si impone Vento di Venezia della Società Canottieri Mestre, mentre tra i Dinghy trionfa il giovanissimo Andrea Zerbin della Compagnia della Vela.

venezia 2

“È stata una bella edizione della Veleziana e quindi complimenti a tutti i partecipanti che hanno reso onore alla regata e alla nostra città”, ha dichiarato Pier Vettor Grimani presidente della Compagnia della Vela. “Il vento non è stato molto ma ha consentito a tutti di arrivare. Il che è una bella soddisfazione. Era la quindicesima edizione e non posso che essere felice per il nostro club e dare appuntamento a tutti per il prossimo anno”.




Il vicepresidente della Compagnia della Vela Paolo Acinapura ha aggiunto: “Sono arrivate tante barche da tutta Italia e ci hanno costretto a una logistica un poco complessa. Gli ormeggi erano tra San Giorgio, l’Isola della Certosa e per la prima volta nell’Arsenale che per la prima volta ha aperto le porte ai partecipanti. Una soddisfazione vedere che tutto ha funzionato all’insegna del divertimento”.

I risultati della Venice Hospitality Challenge

SINA Centurion Palace guidata dallo skipper Milos Radonjic ha conquistato la vittoria nella nona edizione dell’evento, bissando il successo ottenuto lo scorso anno. Sedici i maxi yacht ai blocchi di partenza, la quale si è svolta, come di consueto, sul percorso cittadino della città.

Dopo uno start accompagnato da un vento tra sei e otto da Est- Sud Est, SINA Centurion Palace ha preso da subito la testa della regata, mantenendola saldamente fino alla fine. Tante le emozioni regalate da Way of Life – The Gritti Palace e Portopiccolo Prosecco DOC, che hanno dato vita ad una battaglia per il secondo e terzo posto fino a quando la barca slovena è caduta vittima di una secca nel canale della Giudecca, facendo salire sul podio Arca SGR.

LEGGI ANCHE: La Cinquanta 2022, al via il 22 ottobre l’epilogo del Trofeo Caorle X2 XTutti

Un calo di vento nella parte conclusiva ha favorito le imbarcazioni più leggere. Risultato positivo anche per Il Moro di Venezia, che con Tommaso Chieffi al timone vince la classe Cruise e festeggia così nel migliore dei modi il trentennale della vittoria nella Louis Vuitton Cup.

Leggi anche

“Cantieristica navale e nautica è un asset del patrimonio italiano”

Redazione

Vittorio d’Albertas del Circolo Velico Santa Margherita Ligure è il nuovo Campione Italiano Dinghy 12’,

Fabio Iacolare

Danni al timone di tribordo, Alex Thomson saluta il Vendée Globe

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.